Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Ladri ormai di famiglia, tanto sono abituali: svaligiano una villa con l'anziana in casa

Circa 80 persone residenti in una borgata subiscono con rassegnazione un paio di furti l'anno e da 15 anni chiedono 5 lampioni al Comune

Furti sotto controllo nella valle del Savio? Se da una parte le istituzioni si spendono in rassicurazioni poco riscontrabili e dati che non dimostrerebbero anomalie, c'è poi l'esperienza diretta dei cittadini che dice tutt'altro e che dimostra come l'allarme per la criminalità sia altissimo. Sempre nella valle del Savio c'è una borgata della frazione di San Carlo in cui ormai i ladri sono “gente di famiglia”, tanto sono presenti assiduamente. Qui ci sono diverse case isolate e “appetibili” dai ladri, da una parte ci sono i campi, dall'altra parte una strada immersa nel buio pur essendo molto trafficata, l'uscita dell'E45 dista poche centinaia di metri e le circa 80 persone residenti subiscono con rassegnazione un paio di furti l'anno. E non ci sono antifurti che tengano.

C'è chi se li è trovati in casa, chi si è visto inferriate alle finestre divelte, chi è stato derubato di legname, gasolio e attrezzi nelle parti esterne all'abitazione. Eppure la richiesta di avere 5 miseri lampioni per illuminare un tratto di via San Carlo di circa 500 metri, nei pressi di via San Mamante,  è ormai ferma da circa 15 anni al Comune. “Potremo parlare anche delle fognature a cielo aperto, degli scarichi abusivi, dell'assenza di un marciapiede su una strada pericolosa e buia che impedisce ai nostri anziani anche di raggiungere il centro di San Carlo, e questo nonostante da anni ci promettono interventi coi fondi compensativi della discarica della Busca che si trova qui vicino”, lamenta un cittadino, che si propone di avviare una raccolta firme. Un'altra venne fatta circa dieci anni fa per le stesse motivazioni, ma da allora non si è mosso niente di niente.

Lungo tutta la valle del Savio i furti hanno uno stesso denominatore: si chiama E45, una superstrada veloce anche per la fuga dei criminali, sia verso sud che verso nord, grazie poi al nodo di Cesena Nord con l'A14. “Qui nella nostra borgata verso Borello c'è poi anche la grande vicinanza all'uscita e il fatto che i ladri, col buio che cala alle 17,30 entrare nelle case è fin troppo facile, dato che non c'è neanche la deterrenza dell'illuminazione pubblica”, continua il cittadino, che tra furti tentati e subiti ne conta sei negli ultimi quattro anni.  L'ultimo, il più brutto, alle 19,30 di mercoledì sera.

Due ladri sono entrati in casa. Dentro si trovava solo l'anziana nonna, al piano di sotto, e questo non ha certo spaventato i malviventi. Per fortuna l'anziana non si è accorta di niente. L'allarme è scattato, ma i malviventi in poco sono riusciti a neutralizzarlo distruggendo i sensori.

Diverso il caso del nipote, che rientrato in casa ha subito individuato delle ombre e dei rumori più che sospetti al piano superiore. Il tempo di salire e i ladri sono scappati come lepri, allontanandosi appunto verso la strada, che tanto è buia e quindi non si notano neanche due persone che scavalcano una recinzione. Sul posto sono intervenuti i carabinieri: secondo quanto ricostruito, i ladri si sono arrampicati fino ad un balcone del primo piano, poi hanno attaccato l'unica finestra in cui gli scuri non erano stati chiusi. Prima con un trapano e poi col piede di porco hanno scardinato l'infisso. All'interno hanno rovistato per pochi minuti in una camera da letto, buttando tutto all'aria e rubando soldi e gioielli, quanto cioè si può portare via scappando a piedi. Ai derubati non è rimasto altro da fare che vedere le due ombre che si allontanavano nel buio, conteggiare il valore della refurtiva e del danno e presentare denuncia.

Poco distante è stato poi registrato un altro furto: a San Vittore, a pochi chilometri di distanza, più o meno allo stesso orario i ladri, hanno colpito derubando l'appartamento mentre i proprietari stavano guardando la tv.E' possibile che si tratti della stessa banda che ha colpito a San Carlo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri ormai di famiglia, tanto sono abituali: svaligiano una villa con l'anziana in casa

CesenaToday è in caricamento