menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccata al bar e furti a ripetizione nelle case: dietro di sè i ladri lasciano lo scempio

Più che le parole, contano le immagini, per indicare la “violenza” alla propria sfera privata e domestica, con mobilio distrutto e cassetti rivoltati a terra. I ladri hanno colpito nel pomeriggio di sabato in due zone: a San Giorgio e nel quartiere Vigne

Più che le parole, contano le immagini, per indicare la “violenza” alla propria sfera privata e domestica, con mobilio distrutto e cassetti rivoltati a terra. I ladri hanno colpito nel pomeriggio di sabato in due zone: a San Giorgio e nel quartiere Vigne. Non solo: nel corso della notte tra sabato e domenica si è verificata una “spaccata” in un bar, con una vetrina sfondata dai malviventi, che sono entrati al bar Chicco in piazza Anna Magnani a San Mauro in Valle.

Il furto a San Giorgio è avvenuto intorno alle 20,30, in una villetta piuttosto isolata. I ladri hanno atteso che la casa fosse vuota, hanno quindi tagliato la recinzione per entrare e sfondato una porta. Non hanno avuto riguardo dell’allarme, che ha preso a suonare, con tanto di allerta sul cellulare dei proprietari. I malviventi hanno quindi preso a sprangate la sirena. Avvisata tempestivamente la Polizia, gli agenti sono arrivati sul posto quando ormai era già troppo tardi. E’ bastata una manciata di minuti per seminare il disastro. I ladri sono andati a caccia di soldi e preziosi, lasciando sul posto computer, televisori e argenteria. Nella loro furia, i ladri hanno sventrato diversi mobili, rompendo specchi e altri oggetti.

Stesso copione un’ora prima, nella zona della Vigne. I ladri in questo caso sono entrati da una porta-finestra al secondo piano di un condominio. Quindi hanno attaccato subito la cassaforte, con l’ausilio di un flessibile, anche in questo caso alla ricerca dei gioielli. I banditi in questo caso hanno avuto il tempo per aprire la cassetta di sicurezza e svuotarla del suo contenuto. E pure in questo caso non hanno toccato nient’altro, compresi i cellulari e gli apparecchi elettronici. I due furti sono stati spiegati su Facebook "Cesena sicura" dagli sconsolati proprietari di casa, che hanno anche postato le foto dei disastri creati dai malviventi.

furto disordine 3-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento