Collane e bracciali d'oro sfilati a ben 11 vittime, arrestata la "coppia dell'abbraccio"

Una coppia di coniugi è finita in manette con l'accusa di furto aggravato. Selezionavano e colpivano donne anziane

Furti messi a segno con grande abilità, sempre con la "tecnica dell'abbraccio". Una coppia del riminese, 65 anni lui, 61 lei,  è finita in manette, con l'accusa di concorso in furto aggravato, dopo un'operazione del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Cesenatico, in collaborazione con la Stazione dei Carabinieri di Sogliano sul Rubicone.

La coppia di 60enni residenti nel riminese, sceglieva accuratamente le proprie vittime attraverso giri di perlustrazione con la propria utilitaria. Ad entrare nel mirino della "coppia dell'abbraccio" erano sempre anziane donne di età compresa tra 71 e 86 anni. Ben 13 gli episodi accertati dagli uomini del nucleo operativo e radiomobile, 11 andati a segno. In due casi la prontezza di un'anziana donna ha messo in fuga la signora, nel secondo caso provvidenziale è stato l'intervento della nuora di una "preda".

VIDEO - "Perlustravano il territorio e selezionavano solo anziani"

Dalla denuncia di una 83enne di Sogliano è scattata l'indagine. Ad entrare in azione era sempre la donna che si introduceva in casa delle signore presentandosi il più delle volte come venditrice di cosmetici. Applicava il prodotto per una prova ed era molto abile a sfilare via i monili d'oro. In altri casi si presentava come infermiera amica della figlia di vittime anziane di cui cercava di conquistare la fiducia. In altri casi ancora, come sostituta del medico, chiedendo di esibire la tessera sanitaria e sottraendo anche 60 euro ad una vittima. Ma gli obiettivi principali erano sempre collanine, ciondoli e bracciali d'oro sfilati via dopo abbracci ingannevoli. Difficile quantificare la refutiva complessiva, visto che i gioelli venivano presumibilmente prontamente venduti. E qui entrava in gioco il marito della donna, oltre che nella fase di procacciamento delle vittime. Gli inquirenti ipotizzano tuttavia un "bottino" di circa 200-300 euro per ognuno degli 11 colpi andati a segno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti gli episodi accertati sono ricompresi nel perido estivo, che va da maggio a luglio 2018, la coppia agiva in località di vacanza come Cervia, Milano Marittima, Misano e Viserba, ma anche a Gambettola e Sogliano al Rubicone.. Nell'appartamento della coppia di coniugi non è stata ritrovata alcuna refurtiva, che veniva presumibilmente subito rivenduta. Tutte le vittime dei 13 episodi dell'odioso furto hanno riconosciuto la donna in fotografia. Gli inquirenti sottolinenano la particolare abilità e destrezza della signora che prima di colpire generava uno stato di confusione nelle anziane vittime. La coppia di pregiudicati, entrambi con precedenti specifici, non risulta avesse impieghi regolari e riusciva a mettere a segno anche tre colpi al giorno. Una vera e propria attività a tempo pieno con le perlustrazioni che duravano anche diverse ore eprendevano di mira in particolare comitive di anziani in vacanza in Romagna. Per entrambi i coniugi è scattata un'ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura della Repubblica di Forlì e si trovano in carcere a Forlì in attesa dell'interrogatorio di garanzia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento