Emergenza furti, Confartigianato: "Videosorveglianza comune nelle aree artigianali"

“Occorre ragionare – sottolinea il segretario Stefano Bernacci - in un’ottica innovativa e puntando, ad esempio, sulla videosorveglianza comune attraverso telecamere e sulle polizze assicurative collettive nelle varie zone artigianali"

Allarme sicurezza per le imprese artigiane di Cesena e comprensorio, vittime anch’esse della spirale di furti e rapine in città e nel territorio la cui excalation sta diventando molto preoccupante. Ci sono zone della città, da Gattolino a Martorano, da Pievesestina a Borello e ad altre ampie fasce periferiche, ma anche più centrali, reiteratamente prese di mira, una sera dopo l'altra, anche da parte di ladri che entrano in laboratori e officine per asportare macchinari, merce e prodotti. Ci sono imprese cesenati anche dell'artigianato che sono vittima di tentati furti e rapine anche più volte e in maniera ravvicinata.

"Di fronte a una situazione sempre più precaria - osserva il Gruppo di presidenza di Confartigianato Federimpresa Cesena formato da Alessandro Naldi, Lorena Fantozzi, Stefano Ruffilli e Ivano Scarpellini - Confartigianato Cesenate chiede da una parte sforzi ulteriori per un maggior presidio del territorio da parte delle forze dell’ordine, attraverso una maggiore dotazione di agenti, visto che oggettivamente la recrudescenza degli eventi crinimosi sta superando il livello di guardia. Dall’altra parte Confartigianato si propone di agire per sensibilizzare le imprese ad adottare interventi innovativi per l’autodifesa e la protezione".

“Occorre ragionare – sottolinea il segretario Stefano Bernacci -  in un’ottica innovativa e puntando, ad esempio, sulla videosorveglianza comune attraverso telecamere e sulle polizze assicurative collettive nelle varie zone artigianali disseminate sul territorio, un antidoto ai furti e alle rapine più efficace, contando anche sulla presenza nel territorio di ditte all’avanguardia nella realizzazione di pali elettronici per telecamere di videosorveglianza che consentirebbero di elaborare un progetto pilota”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 “Sono gli stessi imprenditori vittima di agguati dei criminali a volte sventati grazie ai sistemi di allarme – rimarca il Gruppo di Presidenza Confartigianato – a mettere in luce che azioni in questo senso sarebbero lungimiranti e necessarie e l’idea di agire in maniera coesa e unitaria da parte degli imprenditori è più che necessaria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento