menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un'organizzazione specializzata nel Nord Italia dietro i furti ai ripetitori di telefonia: 14 indagati

La Polizia di Stato della Questura di Forlì ha eseguito 14 misure cautelari nei confronti di altrettanti soggetti appartenenti ad un’organizzazione criminale

Rubavano accumulatori di energia elettrica, presenti all’interno dei ripetitori di segnale per la telefonia delle principali società di telecomunicazione, dislocati nel centro nord Italia. La Polizia di Stato della Questura di Forlì ha eseguito 14 misure cautelari nei confronti di altrettanti soggetti appartenenti ad un’organizzazione criminale. I ripetitori venivano acquistati da ricettatori burkinabè e italiani, operanti in varie città italiane, ed, infine, venduti all’estero.

Le indagini, disposte dalla Procura di Forlì e condotte congiuntamente dal Servizio Centrale Operativo, Servizio Polizia Stradale, Squadra Mobile, Sezione Polizia Stradale di Forlì e Commissariato di Polizia di Cesena, hanno consentito di identificare non solo i membri dell’associazione a delinquere e gli autori dei furti, ma anche i ricettatori e le società compiacenti che, mediante operazioni di riciclaggio volte ad occultare la provenienza delittuosa degli accumulatori, li reinserivano nel mercato. Ulteriori dettagli verranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 10.30 nella Questura di Forlì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento