Forza Nuova, fecero un finto funerale contro l'unione gay, il legale: "Due si sono ravveduti"

L'udienza si è svolta mercoledì mattina al tribunale di Forli: "Il 17 ottobre si deciderà sulla richiesta di uno degli imputati di messa alla prova"

E' stata un'udienza sostanzialmente tecnica quella di mercoledì mattina al tribunale di Forlì, come spiega l'avvocato Christian Guidi, che difende l'Arcigay di Rimini, che si è costituito parte civile nel processo che vede imputati 12 militanti di Forza Nuova per il reato di istigazione e propaganda all'odio.

La vicenda

Il 5 febbraio 2017 alcuni esponenti del movimento di estrema destra Forza Nuova, avevano inscenato per le vie del centro un finto "funerale d'italia". Un gesto fatto contro e proprio in concomitanza di un'unione civile tra due uomini celebrata in Comune. I militanti di Forza Nuova avevano 'sfilato' con una bara coperta da un tricolore proprio davanti alla macchina degli sposi.

Dopo la querela per diffamazione aggravata presentata dai due uomini, dodici persone sono state rinviate a giudizio. Per la prima voltà l'imputazione riqualificata dal gip è stata istigazione e propaganda all'odio (articolo 604 bis del codice penale). Nel procedimento si sono costituiti parte civile il Comune di Cesena, l’Arcigay di Rimini, e l’associazione Rete Lenford-Avvocatura per i diritti Lgbt.

L'udienza

Nel corso dell'udienza odierna sono stati ammessi i testimoni richiesti dal pubblico ministero e dalle parti civili che saranno sentiti il prossimo 12 febbraio. "Ma il 17 ottobre ci sarà un'udienza stralcio  - spiega l'avvocato Guidi - il tribunale deciderà sulla richiesta di uno degli imputati di messa alla prova. Abbiamo chiesto che faccia lavori socialmente utili, non vogliamo arricchirci, sarà un risarcimento simbolico. Il fatto che il giudice decida sulla messa alla prova testimonia la tenuta della tesi accusatoria".

Poi il legale svela una curiosità: "Sui 12 imputati, si può dire che due si sono ravveduti, sono usciti da Forza Nuova e hanno anche dato una mano nell'organizzazione del gay pride. Verso di loro abbiamo ritirato la costituzione di parte civile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura di San Valentino: giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno

  • Il papà accanto alla salma: "Mattia tra poco si va a casa". In consiglio comunale un minuto di silenzio

  • Suicidio al liceo, troppa pressione a scuola? L'esperta: "Il risultato non è mai abbastanza"

  • Studente modello del Monti, era appena uscito da scuola: i contorni del dramma in stazione

  • Ha lottato contro il sarcoma di Ewing, addio a Steven Babbi. "Ha amato la vita fino all’ultimo istante"

  • Furgone colpisce un'auto e la trascina per una decina di metri: perde la vita un cesenate

Torna su
CesenaToday è in caricamento