Frecce Tricolore, pullman decorato e con targa straniera: è polemica

Il fatto è stato registrato  con alcune fotografie  da un ex aviere, Delio Monti che si definisce “su tutte le furie”,  sul sito facebook “Ex avieri dell'8° e del 5° Stormo”.

Gli equipaggi delle Frecce Tricolori, la ultranota pattuglia acrobatica dell'Aviazione Militare Italiana, viaggiano su un pullman civile con targa straniera e decorato dai propri loghi aeronautici,  come una compagnia teatrale o un cantate famoso. Il fatto è stato registrato  con alcune fotografie  da un ex aviere, Delio Monti che si definisce “su tutte le furie”,  sul sito facebook “Ex avieri dell'8° e del 5° Stormo”. Ovviamente l'Aeronautica Militare Italiana è libera di utilizzare i mezzi che crede, dopo aver verificato scrupolosamente l'affidabilità dei trasporti come in questo caso dopo un opportuno concorso per valutare oltre all'offerta migliore la competenza e la professionalità del vettore, per spostare i suoi piloti e gli specialisti, tuttavia il personale delle Frecce Tricolori su un mezzo civile e non su uno militare ha fatto specie ai più.

Le Frecce Tricolori sabato e domenica si esibiscono nell'ambito della manifestazione “Valore Tricolore”  nel cielo di Punta Marina Terme dove sarà presente anche il modernissimo velivolo Eurofighter  Typhoon, oltre al cacciatorpediniere Caio Duilio (D 554) ormeggiato presso il terminale crociere di Porto Corsini ( visitabile dalle 9 alle 11 e dalle 15.30 alle 19). Appena apparse sul sito le foto subito hanno sollevato un coro di reclami e di indignazione da parte di coloro che indossarono la divisa azzurra della “aemme” (come in gergo gli avieri chiamano l'aeronautica) sia durante il servizio di leva quanto a ferma prolungata. I più non accettano che una squadriglia di volo dell'aviazione italiana possa viaggiare su un torpedone privato per giunta con targa straniera.

Tutti concordano che il mezzo ideale per spostare gli equipaggi sia un mezzo militare   con la propria targa attestante l'appartenenza alle forze aeree italiane con tanto di tricolore ben visibile sulle sue fiancate. Non va proprio giù che equipaggi pronti addestrati alla difesa del territorio italiano se ne vadano in giro come lo staff di un artista qualunque. Inoltre, concordano con orgoglio gli ex avieri, le Frecce Tricolori non sono uno spettacolo ambulante per riempire il cielo di scie e di rombi, bensì il fior fiore della scuola di pilotaggio italiana che nulla ha da invidiare al resto del mondo dimostrando a tutti  orgoglio nazionale, coraggio e perizia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento