rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca Bagno di Romagna

Frane, flagellato il territorio di Bagno di Romagna: "Servono 800mila euro"

"Le prime risposte stanno già arrivando, tuttavia la situazione globale in cui versa il territorio rurale Emiliano-Romagnolo in questo momento non ci consente ad oggi di poter programmare interventi risolutivi ed immediati", precisano sindaco e assessore

Alla luce dei recenti eventi calamitosi che hanno interessato il territorio, l’amministrazione comunale di Bagno di Romagna definisce il quadro della situazione in merito alle maggiori emergenze accadute nel territorio comunale. Partendo dal fenomeno più recente, dal pomeriggio di venerdì sul fosso della Valle si è evidenziato un movimento franoso di imponenti dimensioni che ha divelto alberature e porzioni rilevanti di terreno, estendendosi dai campi sotto Consibbio fino al greto del fiume Savio in Località Baracca. Il fenomeno di dissesto ha comportato la completa interruzione della viabilità tra Fontechiara e la Valle, che rimane raggiungibile da Selvapiana.

Nella zona di Vessa-Doccia, invece, da settimane si sta lavorando e monitorando un movimento franoso che ha interrotto l'accesso di una strada comunale che funge da unico collegamento per alcune abitazioni, un agriturismo e l’azienda avicola Facciani. "Su entrambe le situazioni, che rappresentano per noi una priorità imprescindibile - affermano il sindaco, Marco Baccini e l'assessore, Simone Gabrielli -, l’amministrazione ed il settore di riferimento si sono subito attivati per rappresentare in ogni sede la gravità e l'urgenza di poter porre rimedio ad una situazione di estremo e grave disagio per le zone interessate e per la nostra intera comunità".

“Le prime risposte stanno già arrivando, tuttavia la situazione globale in cui versa il territorio rurale Emiliano-Romagnolo in questo momento non ci consente ad oggi di poter programmare interventi risolutivi ed immediati -, precisano sindaco e assessore -.Da settimane è stato riconosciuto lo Stato di Calamità alla Regione, ma non si sono ancora individuate le risorse da assegnare ai singoli Comuni per procedere fattivamente nelle operazioni necessarie”.

“D’altra parte – evidenzia il sindaco – la rilevanza dei fenomeni franosi che hanno colpito il nostro territorio comunale impone l’impegno di ingenti fondi che sono stati quantificati dai primi studi in oltre 800mila euro per ciascun dissesto, che il Comune non potrà affrontare se non in forza dello stanziamento di finanziamenti Regionali a totale copertura degli interventi. Sarà nostra cura fornire ogni aggiornamento del caso su queste e su altre situazioni di difficoltà legate al dissesto idrogeologico di questi mesi e continuare pedissequamente ad adoperarci al fine di tracciare una strada programmatica, condivisa anche a livello intercomunale, che ci consenta di individuare modalità di intervento, ma ancor prima di prevenzione attiva di fenomeni di carattere ormai ordinario”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frane, flagellato il territorio di Bagno di Romagna: "Servono 800mila euro"

CesenaToday è in caricamento