Nuove piogge, la frana di Montevecchio avanza inesorabile

Continua l'allerta sulla frana di Montevecchio. Da martedì mattina è stato raddoppiato il numero di mezzi al lavoro, con l'obiettivo di contenere il movimento franoso a valle

Foto di Davide Sapone

Continua l’allerta sulla frana di Montevecchio. Da martedì mattina è stato raddoppiato il numero di mezzi al lavoro, con l’obiettivo di contenere il movimento franoso a valle, che nella notte scorsa ha subito un ulteriore avanzamento a causa delle consistenti piogge. Purtroppo le condizioni meteo rendono particolarmente difficili le opere e le previsioni per le prossime ore non indicano un miglioramento imminente, contribuendo a rendere il quadro preoccupante.

Intanto venerdì scorso, dopo un nuovo sopralluogo, è stato avviata la costruzione di una seconda briglia, più a monte rispetto a quella si era iniziata a realizzare. Questo perchè durante i lavori di sbancamento per quest’ultima, si è appurato che il piano di scorrimento della frana si è ulteriormente abbassato, attestandosi a 12 metri di profondità, e rendendo così problematico l’ammorsamento dell’opera su una base solida (si sarebbe dovuto scavare troppo a fondo). Si è quindi ritenuto opportuno sospendere le lavorazioni, risagomare e riprofilare il terreno scavato ed eseguire un saggio a monte per valutare la profondità del substrato roccioso. Alla luce dell’esito favorevole delle verifiche compiute, si è partiti con l’esecuzione della nuova opera, che dovrebbe contribuire a fermare il movimento del terreno nella parte alta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al lavoro anche l’Enel, che ha avviato l’intervento per spostare il palo di media tensione presente nell’area. Nel frattempo è stato chiesto alla Regione di attivare il suo intervento finanziario e il Sindaco Lucchi ha scritto una lettera all'Assessore Regionale alla Protezione Civile Paola Gazzolo affinché provveda a disporre il diretto intervento della Regione stessa per la messa in sicurezza dei siti e x rendere disponibili i finanziamenti necessari. Naturalmente, prosegue il costante monitoraggio da parte della Protezione Civile comunale, per valutare l’evolvere della situazione e pianificare con tempestività gli interventi necessari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento