Cronaca Savignano sul Rubicone

Fotografia, visita guidata all'archivio per gli studenti del liceo scientifico "Marie Curie"

“La visita – spiegano Gessica Andreucci e Giuseppe Pazzaglia - ha permesso di condividere con i ragazzi il valore intrinseco degli archivi, che spesso vengono interpretati come spazi chiusi al pubblico e di difficile approccio"

Nei giorni scorsi gli studenti del liceo scientifico “Marie Curie” di Savignano sul Rubicone hanno partecipato a una visita guidata alla mostra fotografica Luce in archivio, Percorsi visivi dai cataloghi fotografici di Palazzo Vendemini, condotta da Jessica Andreucci e Giuseppe Pazzaglia.

Gli studenti sono iscritti al laboratorio Fotografare l’autoritratto, a cura di Mario Beltrambini e Susanna Venturi, che si sviluppa da novembre 2021 ad aprile 2022. L’iniziativa, al suo quarto anno di attivazione, contribuisce al legame tra la cultura della fotografia e le nuove generazioni, coinvolgendo il mondo della scuola. Negli ultimi anni la fotografia è cambiata, anche se non profondamente come si potrebbe pensare, spiegano i promotori. L’avvento del digitale ha modificato il modo di percepire le fotografie e soprattutto i tempi della produzione dell’immagine, permettendone l’osservazione già in campo, e rendendo disponibili opzioni (in termini di post-produzione) sino a ieri impensabili.

All’interno del programma del laboratorio, è stata organizzata la visita guidata alla mostra Luce in archivio. Percorsi visivi dai cataloghi fotografici di Palazzo Vendemini curata da Jessica Andreucci e Giuseppe Pazzaglia e presentata in occasione della XXX edizione del SI FEST.

Gli studenti hanno visitato la mostra composta da immagini provenienti dall’archivio della città di Savignano sul Rubicone composta oltre 200.000 fonti tra fotografie e cartoline postali storiche relative soprattutto a Savignano, a cui si aggiungono le opere della sezione contemporanea e dai 140.000 documenti del noto fotografo riminese Marco Pesaresi, fondo recentemente acquisito dall’amministrazione.

Nell’occasione i ragazzi hanno conosciuto la sezione della biblioteca che raccoglie un fondo di libri di fotografia unico in Romagna per ricchezza e varietà di opere conservate e consultabili per motivi di studio e ricerca. Hanno assistito al lavoro di riordino, scansione e inventariazione di un fondo storico, tutt’ora in corso a Palazzo Vendemini, scoprendo anche altre fasi legati all’archivistica fotografica importanti per la messa a disposizione di cittadini, studenti, ricercatori, studiosi, del patrimonio conservato.

“La visita – spiegano Gessica Andreucci e Giuseppe Pazzaglia - ha permesso di condividere con i ragazzi il valore intrinseco degli archivi, che spesso vengono interpretati come spazi chiusi al pubblico e di difficile approccio, se non agli addetti ai lavori. Al contrario, la mostra rivela ai più giovani come l'archivio fotografico di Palazzo Vendemini e la conservazione delle immagini qui raccolte, possa essere percepito e utilizzato quale fonte di ricerca e studio, ma anche spunto per nuove creatività e linguaggi”.

“Usare le immagini in modo consapevole è fondamentale, in particolar modo per i ragazzi – afferma il Sindaco Filippo Giovannini -. Se si conosce la lingua si è in grado di farsi capire bene, lo stesso vale per la fotografia, di fatto oggi una lingua che tutti utilizziamo. Savignano in questo ambito può e deve fare strada”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fotografia, visita guidata all'archivio per gli studenti del liceo scientifico "Marie Curie"
CesenaToday è in caricamento