Forlì e Cesenatico ricordano le 17 vittime del naufragio della "Consolata"

Come di consueto la locale Cooperativa Casa dei Pescatori metterà a disposizione una barca per uscire in mare fino al punto in cui avvenne la tragedia

Sabato, alle ore 10.30, i familiari delle 17 vittime del naufragio della Consolata e le autorità di Cesenatico e di Forlì ricorderanno il tragico evento con un'iniziativa pubblica. Come di consueto la locale Cooperativa Casa dei Pescatori metterà a disposizione una barca per uscire in mare fino al punto in cui avvenne la tragedia in un'assolata domenica di luglio (21 luglio) del 1946 quando improvvisamente si scatenò su tutta la costa romagnola un fortunale che fece molte vittime. Il numero maggiore lo si ebbe tra una comitiva di forlivesi del quartiere Bussecchio che aveva raggiunto la spiaggia di Cesenatico per godersi una giornata di sole dopo le tante fatiche del lavoro e per tentare di gettarsi alle spalle gli anni del Secondo conflitto mondiale, terminato da poco più di un anno con i molti lutti e le tante rovine.

Sabato prossimo, in occasione della cerimonia, una volta raggiunta la posizione verrà gettata in acqua una corona di fiori in segno di omaggio ai defunti. La stessa corona una volta recuperata per simboleggiare un legame tra Cesenatico e Forlì, sarà posizionata sulla lapide con i nomi delle vittime che si trova sul muro della sede del Comitato di Quartiere in via Fontanelle 8 a Forlì. La manifestazione è aperta a tutti. Per partecipare occorre raggiungere il luogo dell'imbarco, davanti al Mercato Ittico di Cesenatico, lato ponente (a sinistra guardando il mare), via Carlo Matteucci 31, entro le 10.30.

Anche nel tardo pomeriggio di sabato si terrà un incontro per rievocare quella tragica giornata promosso dall'Università per gli Adulti e dalla Cooperativa Stabilimenti Balneari, con il patrocinio di diversi enti e associazioni del luogo. Alle 18 sul terrazzo del Bagno Milano, piazzale Andrea Costa, Cesenatico, il giornalista e scrittore Salvatore Giannella terrà una conferenza dal titolo "Cesenatico 1946: il naufragio del Titanic romagnolo". Porteranno le loro testimonianze Livio Farneti di Forlì e Franco Paglierini di Cesenatico, sopravvissuti al naufragio. Gabriele Zelli ricorderà le numerose iniziative promosse a Forlì nel corso degli ultimi vent'anni dal Comune di Forlì, dal Comitato di Quartiere e dalla Cooperativa Casa del Lavoratore di Bussecchio per mantenere viva la memoria e il ricordo delle vittime.  Anche in questo caso l'incontro è aperto a tutti i cittadini. Per informazioni 3493737026.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento