Cronaca

Malviventi porta a porta, Enel mette in guardia: "Occhio alle truffe"

Enel mette in guardia dalle azione dei truffatori porta a porta. Si tratta di malfattori che si presentano come dipendenti di Enel o di altre società di servizio con l’intenzione di raggirare la buona fede dei cittadini, soprattutto anziani

Enel mette in guardia dalle azione dei truffatori porta a porta. Si tratta di malfattori che si presentano come dipendenti di Enel o di altre società di servizio con l’intenzione di raggirare la buona fede dei cittadini, soprattutto anziani. “Non esistono persone incaricate dall’azienda a riscuotere o restituire somme di denaro a domicilio”, spiega Alessandro Zerboni dell’Ufficio stampa di Enel. "Questa avvertenza - chiarisce - è chiaramente riportata anche sulla busta con la quale viene recapitata la bolletta elettrica, su cui si legge: Attenti alle truffe, non ci sono incaricati Enel che vengono a casa vostra per chiedervi il pagamento della bolletta”.

Se qualcuno si presenta a casa dei clienti Enel per richiedere soldi è un truffatore: va denunciato subito alla Polizia (tel. 113) o ai Carabinieri (112). Qualsiasi pagamento dovuto a Enel va effettuato sempre e soltanto secondo i canali conosciuti: on-line con carta di credito, addebito su conto corrente bancario,sportelli bancomat abilitati, sportelli e uffici postali, addebito su conto corrente postale, sportelli bancari convenzionati ma anche bar e tabaccherie collegati alla rete Lottomatica Servizi e Sisal. Zerboni invita a tenere sempre a portata di mano il numero telefonico gratuito di Enel Servizio Elettrico 800 900 800 (notizie sulle bollette) o Enel Energia 800 900 860 e, per i guasti, il numero 803 500.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malviventi porta a porta, Enel mette in guardia: "Occhio alle truffe"
CesenaToday è in caricamento