"Fontana Masini usata come appoggio della tribuna per il Papa, multare gli organizzatori"

L'ultima polemica, ora, arriva dalla formazione politica “Possibile Cesena”, che alla vigilia della visita del Papa aveva lamentato che l'opera d'arte era stata nascosta alla vista del pubblico

Fontana Masini ancora una volta al centro della polemica, come è avvenuto sistematicamente negli ultimi mesi. Tutto è partito quest'estate quando, con uno scatto fotografico, un ambulante è stato sorpreso ad agganciare il proprio tendone del banco del mercato al prezioso monumento. Il sindaco Paolo Lucchi in quell'occasione utilizzò la “mano pesante”, chiedendo la massima inflessibilità nell'applicare i regolamenti e quindi sanzionare l'ambulante, a cui arrivò una multa salata.

Poi, però, sono fioccate altre segnalazioni, per esempio i gradini della fontana utilizzati da giovani con bottiglie e bicchieri, oppure come set fotografico di un matrimonio in cui una delle “comparse” si mette in piedi sul bordo della fontana. Tutte segnalazioni tese a chiedere al Comune di recintare la bella fontana di piazza del Popolo, su cui però il sindaco più volte si è espresso contrariamente.

L'ultima polemica, ora, arriva dalla formazione politica “Possibile Cesena”, che alla vigilia della visita del Papa aveva lamentato che l'opera d'arte era stata nascosta alla vista del pubblico che sarebbe affluito in piazza del Popolo. Ora, a visita ultimata, è lo stesso gruppo politico che lamenta che “la fontana Masini, in occasione della visita di Papa Francesco, è stata utilizzata secondo noi, impropriamente come piedistallo per una pesante struttura metallica. Ma se per una qualsiasi fatalità la pesante e provvisoria struttura metallica fosse caduta addosso ad uno dei monumenti più belli di Cesena e della Romagna?”. 

“Noi capiamo tutto, la visita del Papa è stato evento estremamente importante per Cesena e per tutto il Cesenate, ma così non va. La fontana andava esaltata alla vista del Papa, non nascosta ed usata da appoggio per il palchetto autorità (o altro)”, spiega Possibile in una nota. La gradinata provvisoria oggetto di contestazione era la tribuna destinata ai giornalisti, necessariamente rialzata e frontale rispetto al palco del Papa, per realizzare le dirette televisive. Conclude la nota: “Per questo riteniamo doveroso che chi ha commesso questa leggerezza sia sanzionato, come successo in occasione di un mercato quando un commerciante aveva legato la sua tenda ad un gancio della fontana.  Dopo il bel discorso del Papa non vorremmo mica fare due pesi e due misure? Non tutto è perdonabile, soprattutto quando si parla delle ricchezze e del patrimonio del nostro territorio. Rimaniamo in attesa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Scampagnata al Fumaiolo: "La libertà ha un prezzo più alto delle multe, continueremo ad incontrarci"

  • Tante classi in quarantena ed un morto, l'evoluzione del virus nel Cesenate

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento