Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Fondi per E45, Lucchi e Bulbi con le dita incrociate: "Siamo ottimisti"

La prossima riunione del Cipe, a settembre, avrà all'ordine del giorno lo sblocco dei finanziamenti per l'E55 Orte-Mestre

"Abbiamo accolto - scrivono Paolo Lucchi e Massimo Bulbi - con grande soddisfazione la notizia, anticipata ieri dal viceministro alle Infrastrutture Mario Ciaccia durante la sua partecipazione al Meeting di Rimni, che la prossima riunione del Cipe, a settembre, avrà all’ordine del giorno lo sblocco dei finanziamenti per l’E55 Orte-Mestre. Un investimento stimato dal viceministro in dieci milioni di euro.

"La attendevamo da tempo - ammettono il sindaco di Cesena e il presidente della Provincia -, convinti che alla realizzazione di questa infrastruttura siano legate la soluzione dell’annoso problema dell’E45 e importanti opportunità per il nostro territorio. Per questo, in passato, abbiamo più volte sollecitato il Governo ad attivarsi in questa direzione. L’ultima esattamente due mesi fa con una lettera inviata al Ministro Passera, all’indomani della pubblicazione delle linee guida all’Allegato Infrastrutture 2013-2015, in cui il progetto del corridoio autostradale dorsale Orte-Mestre  risultava inserito fra le opere prioritarie da realizzare in project financing con gli incentivi fiscali previsti dalla legge 183/2011".

"In quella lettera - aggiungono - chiedevamo un incontro allo scopo di ottenere informazioni più certe sull’iter procedurale e i tempi di avvio dell’opera, e il prossimo 29 agosto siamo attesi, insieme al Vicesindaco Carlo Battistini, a Roma dal dottor Antonino d’Ambrosio, capo della Segreteria del Ministro alle Infrastrutture, proprio per discutere di questi aspetti. L’annuncio del Viceministro Ciaccia ci permette di affrontare questo appuntamento con ottimismo e fiducia".

"Ci auguriamo veramente - concludono - che, dopo una lunga e travagliata gestazione, spesso interrotta da periodi di stasi e ripensamenti, la situazione possa finalmente sbloccarsi, tenendo conto anche del fatto che è già stato selezionato con gara il promotore concessionario privato  e che a quest’ultimo sarà sufficiente rimodulare il piano economico finanziario per l’avvio definitivo. Ed è facile comprendere quale contributo - in termini di lavoro e valorizzazione - potrà dare, al nostro territorio e all’intero Paese, la realizzazione di tale infrastruttura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi per E45, Lucchi e Bulbi con le dita incrociate: "Siamo ottimisti"
CesenaToday è in caricamento