Bagno di Romagna, progetto della nuova scuola "Valgimigli": arrivano i finanziamenti

A darne notizia è il sindaco del Comune di Bagno di Romagna Marco Baccini

Proprio nei giorni in cui si sta avviando il concorso di progettazione della sede della media "Manara Valgimigli", arriva un’ottima notizia dal Ministero dell’Istruzione, che ha approvato il Programmazione Unica Nazionale 2018-2020 in materia di edilizia scolastica, nella quale risultano confermati i piani regionali, che a loro volta contengono i progetti presentati da Province e Comuni a seguito delle candidature avanzate con i bandi regionali della scorsa estate. A darne notizia è il sindaco del Comune di Bagno di Romagna Marco Baccini.

"Il Decreto del Ministero - afferma il sindaco - è il primo atto necessario per ottenere il contributo per la costruzione della sede scolastica, al quale deve ora far seguito il parallelo decreto del Ministero delle Finanze volto ad autorizzare le Regioni ha assumere i mutui per i finanziare i progetti in graduatoria. Il progetto della costruzione della nostra scuola media è inserito nella graduatoria stilata dalla Provincia di Forlì-Cesena e si trova al primo posto nell’ambito cesenate per un finanziamento ammissibile di 2.878.000 euro, a fronte di un importo complessivo di 4.200.000 euro. Si tratta di una notizia importantissima per la nostra comunità, per le famiglie e per i nostri giovani bambini ed è un primo tassello per il raggiungimento di un obiettivo che stiamo costruendo con impegno e responsabilità, non lasciando inesplorata alcuna possibilità".

"Il posizionamento del nostro progetto come primo nella graduatoria provinciale, tale da totalizzare l’intero contributo spettante all’ambito cesenate, è frutto di un intenso impegno di progettazione e redazione della candidatura al quale abbiamo lavorato assiduamente con gli Uffici tecnici, con la nostra ragioneria e con il segretario, così come è stato prolifero il lavoro di presentazione della nostra annosa problematica sia in ambito provinciale che in Regione - prosegue il primo cittadino -. Dal momento della nostra investitura sto portando avanti un’attività costante e quotidiana per poter risolvere il problema della mancanza della sede scolastica, tenendo tavoli politici e tecnici a tutti i livelli, tra la Provincia, la Regione e il Governo".

"Il lavoro non è certo finito, ma nel momento in cui il Ministero dell'Economia autorizzerà l’utilizzo delle risorse potremo avere la ragionevole certezza di guardare in modo ottimistico oltre al progetto e iniziare a ragionare concretamente sulla realizzazione della nuova sede scolastica - chiosa Baccini -. In questi giorni, stiamo finalizzando l’apertura del concorso di progettazione e stiamo concludendo la procedura di acquisto da Poste Italiane dei locali situati all’interno dello stabile della sede scolastica da costruire che contenevano gli uffici postali. D’altra parte, stiamo già approfondendo le ipotesi per il co-finanziamento dell’importo necessario a realizzare l’intervento di costruzione".

"Il Comune è infatti in grado di sostenere in autonomia una buona parte del finanziamento e questo grazie ad un altro importante lavoro che abbiamo portato avanti in questi anni, ovvero quello di riordino del bilancio comunale, che ora ci permette di poter effettuare manovre che solo qualche anno fa non era possibile neppour ipotizzare - conclude -. Per non lasciare alcuna strada intentata, abbiamo anche presentato direttamente al Ministero dell’Interno una richiesta per il finanziamento totale dell’opera prevista, replicando analoga richiesta avanzata nel 2017, per il sostengo della quale abbiamo coinvolto anche i parlamentari locali eletti dopo il 4 marzo. La richiesta, se accettata, potrebbe permetterci di rinunciare al contributo provinciale per utilizzare le risorse ministeriali, così liberando le risorse per gli altri comuni del nostro territorio che sono rimasti esclusi dalla graduatoria provinciale. Insomma, un intenso lavoro che ci coinvolge quotidianamente e che continuiamo a portare avanti su tutti i tavoli e ambiti e che inizia a far emergere i frutti, che ci auguriamo di poter raccogliere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento