Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Dalla Regione 9 milioni per i servizi delle Unioni dei Comuni

Nove milioni di euro per aiutare le Unioni di Comuni a erogare servizi ai cittadini, alle imprese e al territorio, a rafforzare l'attività della polizia municipale e la copertura telematica

Nove milioni di euro per aiutare le Unioni di Comuni a erogare servizi ai cittadini, alle imprese e al territorio, a rafforzare l’attività della polizia municipale e la copertura telematica. A tanto ammontano le risorse statali e proprie trasferite dalla Giunta regionale alle forme associative (Unioni di Comuni). Obiettivo: ridurre le differenze tra le varie zone dell’Emilia-Romagna.

“La Regione sostiene da tempo che la via giusta per far fronte alle minori risorse pubbliche è quella di favorire l’associazionismo fra Comuni - spiega la vicepresidente Simonetta Saliera - e questi interventi sono la naturale conseguenza di questa convinzione. Le risorse stanziate dalla Regione serviranno tanto a favorire l’associazionismo e la gestione associata di servizi tra Comuni, quanto a sostenere politiche attive sul territorio”. Conclude Saliera sottolineando che "si tratta di un forte sostegno al lavoro e alle imprese perché è evidente che 9 milioni di euro produrranno un effetto volano molto positivo”.

Nel dettaglio per le province romagnole, saranno messi a disposizione 966.581,10 euro per la provincia di Ravenna (530.288,40 all'Unione dei Comuni della Bassa Romagna; 436.292,70 per l'Unione della Romagna Faentina); 979.045,26 euro per la provincia di Forlì-Cesena (152.675,29 per la Comunità montana – Unione dei Comuni - dell’Appennino Cesenate; 271.183,78 euro per la Comunità montana dell’Appennino Forlivese; 227.117,22 euro per l'Unione “Comuni del Rubicone” tra i Comuni di Gatteo, S. Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone; e 328.068,97 euro per l'Unione montana “Acquacheta - Romagna Toscana” Comuni di Dovadola, Modigliana, Portico e S. Benedetto, Rocca S. Casciano, Tredozio) e 592.819,45 euro per la Provincia di Rimini (156.931,05 per l'Alta Valmarecchia; 210.060,87 per l'Unione della Valconca; e 225.827,53 euro per i Comini della Valmarecchia).

«Promuovere le forme associative tra Comuni e, laddove possibile, anche le fusioni, serve a mantenere la quantità e la qualità dei servizi pubblici a persone, imprese e territorio nonostante i minori trasferimenti del Governo agli enti locali – spiegano Alessandrini, Casadei e Zoffoli -. Questi interventi favoriranno l’associazionismo e la gestione associata di servizi tra Comuni e sosterranno politiche attive sul territorio, dando un forte sostegno al lavoro e alle imprese».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Regione 9 milioni per i servizi delle Unioni dei Comuni
CesenaToday è in caricamento