Cibo di strada, conto alla rovescia per il Festival: ci sarà anche la Rai

Il Festival Internazionale del Cibo di Strada è organizzato fin dal 2000, da Confesercenti Cesenate, Slow Food Cesena, Conservatoire des Cuisines Méditerranéennes ed Eventi in Itinere

Conto alla rovescia per la decima edizione del Festival Internazionale del Cibo di Strada a Cesena, in programma da venerdì dalle 12 in Piazza del Popolo e in Piazza Amendola. Durante il pranzo di questa prima giornata arriverà a Cesena la troupe televisiva di Rai 1 per le riprese in diretta de La Vita in Diretta, con la conduttrice Federica De Denaro, che nella sua rubrica dedicata alla cucina, intervisterà alcuni dei partecipanti al Festival. La manifestazione proseguirà anche sabato (dalle 12 fino a notte) e domenica (dalle 12 alle 22).

Al kermesse sarà possibile assaggiare, in una trentina di “isole” gastronomiche, la migliore cucina di strada che giungerà da regioni e nazioni simbolo di questo tipo di cucina. Tra gli ospiti ci sarà anche Firenze con il Trippaio di Gavinana (Silvia Sbrana e Leonardo Torrini). Cronisti d’epoca danno notizia della lavorazione della trippa a Firenze già a partire dal XIV° secolo. Considerati storicamente come “sottoprodotti” della macellazione delle carni bovine (al punto da essere definiti “quinto quarto” bovino) e come cibo da destinare ai poveri la Trippa, il Lampredotto e la Budellina rappresentano in realtà una delle più antiche ed apprezzate tradizioni gastronomiche del capoluogo toscano. Nel più antico quartiere di Firenze -San Frediano – erano infatti insediati numerosi laboratori in cui si pulivano e si cuocevano le trippe provenienti dal macello e gli artigiani delle botteghe usavano “fare merenda” con il brodo di trippa.

Dall’esigenza di diffondere questo prodotto nacque il mestiere del “trippaio”, figura emblematica di venditore ambulante che - con il proprio carrettino – contribuì non poco a diffondere la “cultura della trippa” e che con l’invenzione del “panino al lampredotto” (un lampredotto pescato ancora fumante da un brodo ricco di odori) può a buon diritto rivendicate la primogenitura del “fast-food”. Trippa alla fiorentina - trippa tagliata a bastoncino e cotta in un soffritto di sedano, carota e cipolla con l’aggiunta di pomodori e servita con una spolverata di parmigiano;  Lampredotto bollito in un brodo di verdure e servito bollente con l’aggiunta di salsa verde. Il Festival Internazionale del Cibo di Strada è organizzato fin dal 2000, da Confesercenti Cesenate, Slow Food Cesena, Conservatoire des Cuisines Méditerranéennes ed Eventi in Itinere.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento