Bombette della Murgia, carni argentine, cannoli siciliani e tanto altro: Cibo di Strada protagonista a Bagno di Romagna

A Bagno di Romagna si parte venerdì alle 19 in Piazza Ricasoli e si prosegue sabato e domenica tutto il giorno, dalle 12 alle 24

Tutto pronto a Bagno di Romagna per l’anteprima del Festival del Cibo di Strada organizzata da Confesercenti Cesenate, Slow Food Cesena, Conservatoire des Cuisines Méditerranéennes ed Eventi in Itinere, in collaborazione con il Comune, Destinazione Romagna, il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, l’associazione Bellappennino Savio-Tevere, la Pro Loco di Bagno di Romagna, “Le Tre Terme di Bagno di Romagna”, l’A.S. Bagnese e La Crocina. Protagoniste sette delegazioni presenti in Piazza Ricasoli dalla serata di venerdì fino a domenica. L’anteprima, già ospitata da Bagno di Romagna nel 2016 e 2017, anticipa la 12esimo edizione del Festival che si terrà come ogni anno il primo weekend di ottobre in Piazza del Popolo a Cesena con delegazioni da tutto il mondo e da tutta Italia.

A Bagno di Romagna si parte venerdì alle 19 in Piazza Ricasoli e si prosegue sabato e domenica tutto il giorno, dalle 12 alle 24. Non solo cibo ma anche animazioni musicali e divertimento per i bimbi: l’appuntamento musicale per la serata di apertura di venerdì è con il gruppo Brillanti Sparsi; sabato sera si balla con Dj Led e poi musica dal vivo sul palco con “Mascara band – anni ‘80”, la domenica spazio ai giochi per bambini con lo spettacolo delle bolle giganti e al duo musicale Alfredino e Bicio. Gli appassionati del cibo di strada potranno approfittare di questa tre giorni per gustare alcune delle prelibatezze da sempre presenti al Festival: gli arrosticini dell’Abruzzo, le bombette della Murgia, le carni argentine, i burritos del Messico, il pani ca’meusa di Palermo, i tortelli nella lastra di Bellappennino solo per citare alcuni cibi di strada che verranno proposti. Novità di questa anteprima la proposta del foodtruck "Aspasso – Buona Romagna", il primo foodtruck espressamente dedicato ai passatelli di Romagna.

La cultura del cibo di strada

Ormai si parla dovunque del cibo di strada e ci sono moltissimi tentativi di imitazione, ma la prima iniziativa (nel 2000) a mettere in campo e a dar valore a questo tipo di gastronomia è stata proprio la manifestazione di Cesena, che ha creduto da sempre in questo straordinario incontro di culture. Con la nascita delle città nella civiltà mediterranea, prende forma l’idea di cibo di strada (street food) che – servito nei caratteristici chioschi o offerto da venditori ambulanti – costituisce la più antica e autentica forma di ristorazione. Semplice nella preparazione, legato alle tradizioni agro-alimentari del territorio a cui appartiene, il cibo di strada è probabilmente la più onesta tra le diverse forme di offerta gastronomica, quella meno soggetto all’influenza di mode passeggere, quella che maggiormente consente di leggere la storia (non solo gastronomica) di una città e dei suoi abitanti.  E dalle rive del Mediterraneo la tradizione del cibo di strada si è estesa col tempo a tutti quei luoghi del pianeta in cui il clima e lo sviluppo delle relazioni sociali ne consentivano la realizzazione: lontano Oriente, Africa, America Latina, per non parlare dei paesi “nuovi” come l’Australia e gli Stati Uniti che hanno assorbito e fatto propri i più diversi cibi di strada importati in seguito alle diverse ondate immigratorie. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le prelibatezze che si potranno trovare

ARGENTINA - Entrecote di Angus argentina, empanadas, grigliata mista, ecc.
MESSICO - Tacos, burritos, tamales de pollo, totopos y guacamole, ecc.
PUGLIA (Murgia) – Fornello con gnummarieddi, bombette, ecc.
SICILIA (Palermo) - Pani ca’meusa, panelle, arancine di riso, cannoli, ecc.
ABRUZZO (Chieti) – Arrosticini di pecora, hamburger di pecora, ecc.
ASPASSO – BUONA ROMAGNA– passatelli, piada fritta, ecc. 
ROMAGNA (Bagno di Romagna) – Tortelli nella lastra, castagnaccio, porcini, ecc. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento