menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mezzi, divise e attività delle forze dell'ordine con la Festa della Legalità

Le tre giornate della Festa si svolgeranno in location aperte al pubblico al fine di realizzare momenti di legalità condivisa

Da giovedì a sabato cesena ospiterà la seconda edizione della Festa della Legalità. Dedicata in particolar modo agli studenti delle scuole elementari e medie del territorio. Coinvolte nella manifestazione Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato, Polizia Penitenziaria, Polizie Municipali, Polizia Provinciale, Esercito Italiano, Aeronautica Militare, Vigili del Fuoco, Capitaneria di Porto, 118, Protezione Civile, Croce Verde, Associazione Libera e Istituto Oncologico Romagnolo.. Le tre giornate della Festa si svolgeranno in location aperte al pubblico al fine di realizzare momenti di legalità condivisa: i padiglioni di Cesena Fiera, le Aule Multimediali dell' Università, l’Arena degli Orti di Bora del Comune di Mercato Saraceno.

PRIMA GIORNATA - Durante la prima giornata, con orario 9-13, i padiglioni di Cesena Fiera saranno allestiti a mostra ospitando gli stand rappresentativi di uomini e mezzi delle forze dell’ordine, delle forze armate, di primo soccorso e di protezione civile, tutti a disposizione dei visitatori per un momento informativo e di confronto. "L’apertura dell’evento alla città, per raggiungere una risonanza suggestiva, si interpreta come espressione “corale” della buona collaborazione tra le molteplici declinazioni del Sistema Sicurezza-Legalità del territorio e che incontrano e sostengono la vocazione educativa ed operante delle Scuole - spiega il Questore, Salvatore Sanna -. I padiglioni saranno interamente dedicati ai visitatori che potranno accedervi liberamente ed in modo gratuito, toccando con mano le competenze e le motivazioni dei principali “testimoni” al servizio della comunità". 

SECONDA GIORNATA - Nella seconda giornata, nell’Aula Magna del Campus di Cesena dell’Università di Bologna, con orario 9-13, avrà luogo una conferenza sui temi della legalità, della cittadinanza attiva e della “comunicazione 2.0” a cura di relatori esperti, magistrati (Sergio Sottani, Marzia Sabella e Gabriele Paci) e personaggi del Ministero dell’Interno che hanno già prestato (Prefetto Fulvio Della Rocca) o prestano (Geo Ceccaroli) servizio in seno alla Polizia di Stato.  "E’ stato pensato un momento dedicato al tema dell’utilizzo della Rete - chiarisce Sanna -. Il seminario sarà caratterizzato dal momento informativo e da un confronto con gli studenti, con l’auspicio che porti a conoscere meglio persone che del loro mestiere ne hanno fatto ragione di vita elevandolo a missione".

TERZA GIORNATA - La terza giornata (con orario 9-13 nel Teatro di Borello e 14-18 nell’Arena degli Orti di Bora di Mercato Saraceno) in collaborazione con il Quartiere Borello del Comune di Cesena, il Comune di Mercato Saraceno e le Associazioni Genitori, sarà dedicata alla pratica sportiva come contributo alla legalità.  Al convegno mattutino interverranno Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna, per salutare l’iniziativa e dare valore alla portata territoriale della Festa della Legalità, tre ex olimpionici oggi in servizio nei reparti territoriali della Polizia di Stato, Stefano Mei, dell’Arma dei Carabinieri, Valentina Marocchi e della Guardia di Finanza, Paolo Montaguti ed altri testimoni di legalità. Nel pomeriggio sono previste dimostrazioni di diverse discipline sportive con esibizioni pratiche e il coinvolgimento degli intervenuti. 

"L’obiettivo della giornata è l’educazione allo sport come declinazione e formazione della persona, il rispetto delle regole nello sport e nella vita, il gioco di squadra quale educazione alla convivenza, al rispetto ed alla dignità della persona - spiega il Questore -: il doping ed il bullismo sono due facce della stessa medaglia, colpiscono i giovani e li deviano da comportamenti sani e naturali.  Attraverso l’esempio e l’immagine dei campioni si rappresentano punti di riferimento importanti e modelli positivi per tanti ragazzi".

L'appuntamento è stato curato dalla Questura di Forlì-Cesena e dal Circolo Didattico Cesena II che già da tre anni, con il sostegno della stessa Questura, si occupa di sviluppare, in maniera sistematica all’interno dei piani di studio per i 3-11 anni.. L'evento beneficia dell’Alto Patrocinio del Prefetto, del sindaco di Cesena e del presidente della Regione Emilia Romagna ed è sostenuta da Pneusmarket.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento