Cronaca

Fermato senza patente fornisce false generalità e va al torneo, ma non inganna la Polizia locale

Alla semplice richiesta di esibire i documenti però, il conducente ha dichiarato subito di non averli con sé, fornendo come giustificazione quella di aver dimenticato il portafoglio a casa

Alle 17.30 di sabato 8 maggio la Polizia Locale di Cesenatico ha fermato una Fiat Punto di colore scuro per un normale posto di controllo in Via Mazzini. Nulla di particolare almeno all’apparenza con i due passeggeri, - un uomo di quarant’anni e una donna di trentasette  -, entrambi provenienti dalla provincia bolognese.

Alla semplice richiesta di esibire i documenti però, il conducente ha dichiarato subito di non averli con sé, fornendo come giustificazione quella di aver dimenticato il portafoglio a casa. Sono partiti così i controlli informatici degli agenti della Polizia Locale di Cesenatico subito in contatto con la Centrale Operativa. A questo punto gli agenti sono andati avanti con le loro indagini individuando il comune di nascita del guidatore, confermato da lui stesso, contestando la violazione dell’articolo 180 del Codice della Strada per mancanza del possesso dei documenti di circolazione e di guida di veicoli. 

Le cose però non stavano proprio così perché ulteriori accertamenti hanno fatto emergere come il nominativo fornito corrispondesse a un’altra persona: la scansione della patente arrivata sui dispositivi degli agenti lasciava pochi dubbi. È partita così la ricerca della coppia che nel frattempo si era allontanata per recarsi a un torneo sportivo programmato in città e che è stata rintracciata pochi minuti dopo. Messo davanti ai fatti il conducente ha subito ammesso di aver fornito false generalità e di non possedere più la patente, rivelando la sua reale. A quel punto gli agenti non hanno potuto fare altro che accompagnarlo al Comando per tutte le verifiche del caso. Qui sono stati redatti una serie di verbali per guida con patente revocata, per il Fermo del veicolo ed anche per l’identificazione, elezione di domicilio e nomina del difensore di fiducia per entrambe le persone. La guida con patente revocata è un reato le cui sanzioni, in caso di recidiva, possono arrivare fino all'arresto. Guidare un veicolo a seguito della revoca, è esattamente come guidare senza patente e la sanzione amministrativa supera i 5.000 euro. 

“Ringrazio il Comandante Turci e tutti i suoi uomini per l’impegno costante e proficuo che ogni giorno riversano sul controllo del nostro territorio. In questi mesi anche loro hanno lavorato senza fermarsi un attimo, a contatto con problematiche nuove e diverse. Mi preme sottolineare come in questa specifica operazione siano stati impegnati 4 agenti di cui 2 neoassunti, a testimonianza di come l’attenzione per l’implementazione dell’organico, attesa da anni, stia portando i suoi frutti”, le parole del Sindaco Matteo Gozzoli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato senza patente fornisce false generalità e va al torneo, ma non inganna la Polizia locale

CesenaToday è in caricamento