rotate-mobile
Cronaca

Stage formativo per la Federazione italiana attività subacquee di Cesena

La giornata è proseguita con la partecipazione, al convegno “Il relitto Alberga Obbiettivi Immersioni nell’archeologia” svoltosi nel Museo Navale di Albenga, dove è collocata la mostra dei reperti recuperati del relitto romano

Un gruppo di sommozzatori della Sezione Fias (Federazione italiana attività subacquee) di Cesena grazie alla collaborazione avviata con Andrea Corrado responsabile del Sesto Continente Diving di Alassio ha partecipato ad uno stage formativo di archeologia subacquea con una immersione straordinaria sul relitto di una nave romana affondata nel primo secolo A.C. a 42 metri di profondità al largo delle coste liguri di Albenga.

Durante le fasi dell’immersione i subacquei sono stati guidati dall’archeologo subacqueo Piero Dell’Amico della Soprintendenza per i Beni Archeologici. La giornata è proseguita con la partecipazione, al convegno “Il relitto Alberga Obbiettivi Immersioni nell’archeologia” svoltosi nel Museo Navale di Albenga, dove è collocata la mostra dei reperti recuperati del relitto romano.

Attualmente vista l'importanza della tutela, della salvaguardia e della valorizzazione del patrimonio archeologico sommerso. L'ufficio circomare di Alassio della Capitaneria di Porto ha emesso un divieto di ancoraggio, l'immersione a tutti i subacquei non addetti ai lavori ed è vietata qualsiasi attività di pesca in particolare quella a strascico nel tratto di mare della scoperta del relitto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stage formativo per la Federazione italiana attività subacquee di Cesena

CesenaToday è in caricamento