Cronaca Cesenatico

"Bagnarola avrà la sua farmacia", il Comune rassicura

"La frazione di Bagnarola avrà la sua farmacia": a dirlo e' il Consigliere di maggioranza Lina Amormino che risponde alle accuse rivolte all' Azienda Speciale Farmacie Cesenatico

“La frazione di Bagnarola avrà la sua farmacia”: a dirlo e' il Consigliere di maggioranza Lina Amormino che risponde alle accuse rivolte all’ Azienda Speciale Farmacie Cesenatico. Tuttavia mancano ancora diversi passaggi, elenca Amormino: “La preliminare autorizzazione dell’ Asl, il necessario permesso di costruire avendo la Asl richiesto la realizzazione di una tettoia per collegare i locali ad uso farmaceutico alla pertinenza ad uso magazzino situata sul retro. Entrambe le autorizzazioni sono state prontamente richieste ma sono ancora in fase di attesa”.

“Circa il supposto pagamento dell’ affitto, emerge come, ancora, una volta, chi parla non abbia contezza di ciò che dice - attacca il consiglier - ,si evidenzia infatti come sia stato raggiunge un accordo con i proprietari già dal mese di aprile del corrente anno stabilendo la decorrenza del pagamento del canone a far data dal mese di ottobre 2012, proprio per consentire, nei mesi estivi, i lavori di ristrutturazione dei locali, ritenuti idonei dalla giunta passata e da quella attuale, ad ospitare la farmacia. Lavori che, sono già stati programmati e che, come contropartita, hanno consentito una sensibile diminuzione del canone d’ affitto che non può non ritenersi soddisfacente”.

Circa il “suggerimento” di spostare la farmacia, si evidenzia, dice Amormino, “come tale luogo sia stato scelto proprio perché situato in una zona sprovvista di farmacie e ritenuta “di passaggio”, poiché prospiciente ad una strada frequentata e trafficata. Infine concludo con una risposta in merito al supposto stanziamento di svariate migliaia di euro per i compensi destinati ai componenti. Si sottolinea come il Presidente e i membri del CdA si siano incontrati in quattro occasioni per deliberare su oggetti ritenuti obbligatori come da statuto e sui quali era indispensabile l’ Approvazione del Consiglio Comunale. Allo stato tali figure stanno lavorando acremente senza ricevere un vero e proprio stipendio ma un compenso simbolico che, peraltro, a data odierna non è stato ancora elargito”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bagnarola avrà la sua farmacia", il Comune rassicura
CesenaToday è in caricamento