Famiglini (pli): "No alla nuova Atlantica nella zona valloni"

Spostare Atlantica nella zona Valloni non ci sembra un'idea rispettosa delle peculiarità del nostro territorio.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

La zona cosiddetta dei "Valloni", per quanto deturpata dall'ex-discarica comunale e dalle attività legate ai rifiuti, può considerarsi, a nostro avviso, una delle aree di interesse storico e naturalistico del nostro comune. In questi luoghi, sconosciuti ai più, permangono gli ultimi resti di quell'ambiente vallivo che un tempo ormai remoto caratterizzava il nostro territorio unitamente a specie vegetali ed animali peculiari di questo habitat. La confluenza del canale Mesola, probabile reliquia di un antico corso d'acqua, con il canale di Allacciamento, il canale Tagliata e lo scolo Fossatone in diretta comunicazione con il porto canale fa della zona dei "Valloni" un area di grande interesse idrografico nonché legata a peculiari criticità idrauliche. La contestuale presenza dei resti romani di "Ca' Bufalini" prossimi all'antica linea costiera rendono i terreni circostanti fino alla zona della rocca malatestiana potenzialmente forieri di ulteriori scoperte archeologiche. Da questo punto di vista, per quanto la zona necessiti di essere bonificata dai rifiuti, non ci sembra possibile condividere la proposta di edificarvi la nuova Atlantica per quanto il PSC, sbagliando a nostro avviso, preveda addirittura la costruzione di nuove strade nell'area. Ciò che l'amministrazione comunale dovrebbe fare, a nostro parere, è farsi ricordare dai cittadini come colei che ha preservato quest'area dalla cementificazione e dall'edificazione selvaggia. La striscia di terra che va sostanzialmente dalla Mesola di Montaletto fino alla via Canale Bonificazione (il cui nome dovrebbe suggerire qualcosa) andrebbe in gran parte lasciata allo stato naturale o comunque dotata di ampi spazi verdi in considerazione sia di argomentazioni di carattere naturalistico/ambientale e storico/archeologico che per evidenti problematiche di carattere idraulico che rendono queste terre soggette ad inondazioni essendo eredi di quell'ambiente vallivo i cui resti permangono nella zona dei "Valloni". La definizione di un' ampia area di rispetto attraverso l'istituzione di uno o più parchi a carattere storico ed
ambientale sarebbe la soluzione ideale e creerebbe quel valore aggiunto all'offerta turistica di Cesenatico di cui si sente sempre più la necessità. Al contrario spostare Atlantica nella zona (con vista sulla discarica?) non ci sembra un'idea rispettosa delle peculiarità del nostro territorio. Atlantica, a nostro parere, sta bene dove sta e non si capisce perché sia stata eliminata dal piano di riqualificazione urbana della zona delle colonie (che non condividiamo nel suo impianto attuale) quando rappresenta una struttura così importante per il nostro turismo.
___

 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento