Faceva scaricare rifiuti edili dove non si può: denunciato

Discariche abusive a cielo aperto nel mirino della Polizia Municipale di Cesenatico. Il continuo monitoraggio della zona ha consentito di conoscere, mappare e quantificare l'evoluzione del fenomeno

Discariche abusive a cielo aperto nel mirino della Polizia Municipale di Cesenatico. Il continuo monitoraggio della zona ha consentito di conoscere, mappare e quantificare l'evoluzione del fenomeno. Ma anche di sorprendere uno dei personaggi che ha usato l'area per sversarvi i propri rifiuti, colto in flagranza da un agente fuori servizio che ha ripreso l'operazione con il proprio telefonino. Nel mirino è finito un artigiano cinquantenne della zona.

L’imprenditore aveva dato ordinato ai suoi operai di scaricare gli scarti in un’area a Bagnarola. Ora rispondere del reato di concorso con ignoti nella realizzazione di attività di discarica abusiva di rifiuti (reato che prevede la pena dell'arresto dal 6 mesi a 2 anni e dell'ammenda da 2.600 a 26.000 euro, oltre agli obblighi di ripristino). L'attività di monitoraggio del territorio e di controllo del trasporto prosegue, avendo a mente che i reati ambientali sono reati contro il territorio e contro l'intera comunità, i cui effetti, spesso, si prolungano nel tempo e determinano costi di bonifica e ripristino anche molto alti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'anno scorso nella frazione di Bagnarola era finito nei guai un imprenditore della zona (che poi bonificò l'area che aveva inquinato) nonchè all'apertura di una inchiesta contro ignoti per la continua alimentazione di una vera e propria discarica abusiva realizzata su di un terreno privato posto in v. Aldo Moro, appartenente ad una società di Cesena il cui titolare sporse denuncia all'Autorità Giudiziaria (si noti che il proprietario dell'area dovrà accollarsi i costi della sua bonifica, per cui rappresenta una vittima diretta di tali fenomeni).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento