Si sostituivano agli amici di facebook per comprare cellulari e non pagare

Cinque operai di Mercato Saraceno smascherati dai Carabinieri di Cesena dopo tre mesi di indagini. Recuperata merce, ordinata a una ditta di Milano, per un totale di cinquemila euro

Facebook potrebbe servire non solo per ritrovare vecchi conoscenti o fare nuove amicizie. Lo sanno bene cinque operai che, secondo i militari, hanno sfruttato le informazioni dei social network per farsi recapitare materiale elettronico facendo ricadere le spese, cinquemila euro, su altri. Giovedì, i Carabinieri di Cesena hanno denunciato cinque persone di Mercato Saraceno. Avrebbero utilizzato l’dentità di conoscenti, ma anche semplici contatti di facebook, per acquistare merce elettronica. Ma la ditta di Milano pretendeva i pagamenti da trentasetti ignari internauti.

Sfruttando le generalità reperibili in alcuni casi sul social network, i cinque avrebbero ricavato il codice fiscale utile a perfezionare gli acquisti. Le indagini sono durate tre mesi e il primo ad essere identificato è un cittadino residente a Sarsina del 1975.
Secondo le prime ricostruzioni, tutto sarebbe partito da lui; dopo la creazione di finti account avrebbe provveduto a “truffare una ditta di Milano acquistando merce senza provvedere al pagamento”.

Una volta individuato, i militari hanno effettuato una perquisizione nella sua abitazione dove hanno trovato parte del materiale, tra cui personal computer, telefono cellulari e navigatori satellitari. L’accusa è quella di truffa e sostituzione di persona. Ma le indagini sono proseguite ed hanno portato alla denuncia di altri quattro operai: due ragazzi di 25 e 27 anni e due donne di 30 e 58 anni. Nelle loro abitazioni è stata trovata la parte restante della merce. Dovranno così rispondere del reato di ricettazione in concorso.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento