menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex Zuccherificio: 10 punti di degrado su cui intervenire urgentemente

Un conferenza stampa "itinerante" per presentare sul campo le proposte del comitato dei cittadini dell'Ex Zuccherificio. E' stata l'iniziativa " ZuccheriVivo - Riempiamo lo spazio con le idee"

Un conferenza stampa “itinerante” per presentare sul campo le proposte del comitato dei cittadini dell’Ex Zuccherificio. E’ stata l’iniziativa “ ZuccheriVivo – Riempiamo lo spazio con le idee”. La “passeggiata” ha fatto tappa nei vari punti dell’area per raccogliere idee, proposte e suggerimenti relativamente agli interventi. Per i cittadini da migliorare, nell’area Ex Zuccherificio, sono: Corte Zavattini, il Parcheggio Machiavelli, il Giardino 11 settembre 2001, l’Area Ciminiera, Piazza Sciascia, l’emarginazione che si tocca con mano nella zona, i parcheggi esterni, l’incrocio dell’Ipercoop, il Giardino Darwin ed infine i sistemi di videosorveglianza

Per Corte Zavattini, il problema è noto: “Negozi sfitti, una quercia solitaria e nessuna panchina rendono questa corte un posto poco frequentato e utilizzato solamente come transito dei residenti dei palazzi adiacenti che si recano al centro commerciale”. Sul parcheggio Machiavelli, o meglio “porcheggio”, i cittadini rilevano che cade a pezzi il soffitto, ci sono perdite d’acqua ed angoli incustoditi dove sostano persone poco raccomandabili. “La manutenzione promessa anni fa non ancora stata fatta, le infiltrazioni compromettono la sicurezza della struttura”.

Per il “Giardino 11 settembre 2001” Ground zero è a Cesena: “La fontana asciutta e vuota, sporcizia ovunque, mancanza di arredo e di area giochi per bambini. La scarsa manutenzione non lo fa sembrare il giardino delle delizie, chiediamo di creare eventi che portino le persone a frequentarlo”. I siti archeologici sono poi poco valorizzati e abbandonati all’incuria. L’area della ciminiera doveva ospitare un complesso alberghiero mai realizzato. Piazza Sciascia si presenta con lampioni storti, una piazza deserta, assenza di panchine e scale di accesso al parcheggio Machiavelli rischiose e pericolose per il possibile crollo delle lastre di marmo sul corrimano.

Il comitato vorrebbe “valorizzare la piazza con eventi, incontri iniziative per la cittadinanza come, ad esempio, il mercato dei produttori ortofrutticoli che ora si svolge in zona CAPS con non pochi disagi”. Il comitato non dimentica, inoltre, il degrado che comporta la presenza di una vasta famiglia rom che “da mesi dorme in un androne prospicente a piazza Sciascia”. I parcheggi esterni invece presentano scarsa illuminazione, episodi di vandalismo e furti e la mancanza di passaggio pedonale dal parcheggio al condominio. Ed ancora: “L’incrocio dell’Ipercoop per l’intensità del traffico, per le carreggiate non in asse e per la scarsa visibilità risulta pericoloso per i veicoli in transito e per i pedoni”. Per completare la questione dei “giardino Darwin”, che è “un eufemismo chiamarlo giardino, il Frutteto urbano langue abbandonato a sé stesso per la mancanza di materiale informativo e l’assenza di un percorso didattico”. Infine la videosorveglianza: “Il Comune non ha previsto nessuna telecamera di sorveglianza nell'area Ex-Zuccherificio: scelta poco lungimirante visti gli atti di vandalismo nei parcheggi esterni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento