Retromarcia sui diesel euro 4, gli artigiani e commercianti: "Ha vinto il buon senso"

Plaudono tutte le associazioni di categoria del mondo economico alla notizia della decisione della Regione di ritirare il blocco dalla circolazione dei diesel Euro 4

Plaudono tutte le associazioni di categoria del mondo economico alla notizia della decisione della Regione di ritirare il blocco dalla circolazione dei diesel Euro 4.

Cna

Cna parla di "un radicale cambio di impostazione, con riflessi positivi non solo sulla possibilità di operare delle imprese stesse, ma anche sulla resa di servizi ai cittadini". "La nostra associazione nel corso dei precedenti incontri interlocutori - interviene il presidente di Cna Forlì-Cesena Lorenzo Zanotti - aveva sottolineato il pericoloso divario che si sarebbe verificato con le regioni limitrofe che non prevedevano blocchi agli Euro 4, penalizzando gravemente la logistica delle imprese del nostro territorio. Giudizio positivo, infine, anche rispetto agli incentivi previsti per la rottamazione dei mezzi privati e agli ecobonus per i mezzi commerciali, due misure che in modo concreto favoriranno un rapido rinnovo dei mezzi in circolazione”.

Cna, conclude Zanotti, "vigilerà con attenzione nei prossimi giorni la concreta attuazione dei provvedimenti decisi ieri, in particolare riguardo alla gestione delle nuove misure emergenziali, che dovranno tutelare il corretto funzionamento delle attività imprenditoriali di servizio alla cittadinanza".

Confcommercio

"Il passo indietro è stato apprezzato". Confcommercio cesenate commenta così la retromarcia della Regione Emilia Romagna e l'operato del sindaco di Cesena Paolo Lucchi e degli altri del comprensorio che avevano stigmatizzato le restrizioni contenute nel Piano del traffico della Regione mettendo in luce il disagio che avrebbero creato al posto dei benefici supposti.

"Siamo soddisfatti - afferma il presidente Confcommercio Augusto Patrignani - che la Regione Emilia Romagna abbia preso in considerazione le nostre osservazioni motivate e responsabili e quelle dell’intero mondo Confcommercio regionale in merito alle restrizioni alla circolazione inserite nel Piano Aria. Quella assunta dagli amministratori rappresenta una scelta di buon senso per l’intero sistema produttivo e commerciale dei nostri territori e di semplificazione delle vita dei cittadini lavoratori".

"Come si verifica già in Regioni a forte valenza produttiva e vicine all'Emilia Romagna come Veneto e Lombardia - si potrà finalmente utilizzare le auto diesel Euro 4 dotate di filtri anti-particolato capaci di ridurre al minimo le emissioni nocive - chiosa Patrignani -. In un momento così particolare, dove ancora la ripresa stenta a decollare, il provvedimento di restrizione avrebbe ostacolato la crescita ancora fragile, pertanto il reintegro tra i mezzi che possono circolare anche dei diesel euro 4 è un provvedimento che va salutato con favore perché riconosce l’inalienabile diritto al lavoro di migliaia di imprese"-

"Importante in tal senso - afferma il presidente Patrignani - è stato anche l'intervento di nostri sindaci comprensorio che hanno giustamente difeso le istanze di cittadini e imprese accogliendo le nostre istanze, facendosene portatrici e   contribuendo a favorire il doveroso ripensamento della Regione".

Confartigianato 

Anche Confartiginato Federimpresa  Cesena accoglie con favore la notizia della revoca del divieto di circolazione dei veicoli diesel Euro 4, stabilita i dal presidente della Regione Emilia-Romagna, "sebbene resti l’incognita delle misure emergenziali in caso di superamento dei limiti per tre giorni consecutivi", spiegano. "Una valutazione più compiuta la faremo quando  sarà resa nota la delibera definitiva - rimarca il Gruppo di Presidenza -  ma, se la notizia verrà confermata, va riconosciuta l’attenzione del presidente Bonaccini nel riallinearsi al protocollo siglato con le altre Regioni del bacino padano. Consideriamo questa importante decisione come una vittoria sul piano sindacale a sostegno delle categorie professionali alla quale Confartigianato Emilia-Romagna e le Confartigianato territoriali hanno contribuito con determinazione. Va dato atto ai sindaci del territorio di aver favorito la marcia indietro della Regione rispetto al provvedimento originario".

Confesercenti

Infine Confesercenti: "Premesso che il tema dell’ambiente, dell’aria che respiriamo e della salute dei cittadini è importantissima, come Confesercenti Cesenate siamo soddisfatti per la decisione assunta dal presidente della regione Stefano Bonaccini di evitare il blocco dei veicoli diesel euro 4 come richiesto nei giorni scorsi dalla nostra associazione e da diversi amministratori. La scelta del blocco infatti, che non coinvolgeva le altre regioni della pianura padana, avrebbe causato gravi difficoltà e un non comprensibile divario nel settore del commercio e della mobilità dei cittadini, senza raggiungere risultati utili a ridurre l’inquinamento delle nostre città".

"Per Confesercenti è necessario trovare soluzioni condivise con tutte le regioni e le associazioni di categoria, per trovare strategie di contrasto all’inquinamento realmente adeguate che non gravino sull’economia dei nostri territori. Riteniamo che prioritariamente si debba lavorare sugli incentivi alla rottamazione e all’acquisto di veicoli elettrici o ibridi. Ci fa piacere che il sindaco di Cesena sia stato fra i promotori dell’incontro che ha permesso di raggiungere questo risultato ed auspichiamo che il Consiglio Regionale recepisca tale accordo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento