"Estate Attivi 2017", il gran finale: premiati i 409 partecipanti al Foro Annonario

“Quattrocentonove volte grazie a tutti i ragazzi che hanno partecipato al progetto" hanno dichiarato il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alle Politiche giovanili Lorenzo Zammarchi –

Cerimonia conclusiva, con la consegna degli attestati ai 409 partecipanti, per “Estate attivi 2017”, l’iniziativa organizzata dall’Assessorato Lavoro, Giovani, Imprese e Sviluppo del Territorio  del Comune di Cesena per promuovere l’impegno civile volontario fra i ragazzi dai 16 ai 18 anni. La manifestazione si è svolta nella mattina di lunedì 11 settembre nella cornice del Foro Annonario, alla presenza del Sindaco di Cesena Paolo Lucchi. Con loro anche molti dei rappresentanti dei 41 fra enti e associazioni che durante i mesi estivi hanno coinvolto i giovani volontari in 42 progetti per un totale di 619 posti messi a disposizione. Varia la tipologia di impegno richiesta, specialmente negli ambiti sociale, educativo, culturale e ambientale.
 
 “Quattrocentonove volte grazie a tutti i ragazzi che hanno partecipato al progetto – dichiarano con soddisfazione il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alle Politiche giovanili Lorenzo Zammarchi – Con il loro impegno hanno dimostrato come Estate Attivi rappresenti un’esperienza di valore per la città, per gli enti coinvolti e per gli stessi ragazzi che hanno in questo modo l’opportunità di crescere e rendersi utili, sfatando finalmente il mito che li definisce ‘generazione smartphone’. Nel 2017 sono stati 409 i ragazzi che hanno partecipato al progetto, di cui il 40% maschi (164 ragazzi) e 60% femmine (245 ragazze). Di loro, in 373 hanno svolto turni da due settimane, mentre 36 ragazzi hanno svolto turni da quattro settimane. Ma quel che più ci preme sottolineare è la soddisfazione dei protagonisti. Nei questionari compilati dai ragazzi al termine del loro impegno, nella quasi totalità dei casi, l’esperienza è risultata molto positiva: i ragazzi hanno valutato con ottime recensioni le attività svolte, si sono sentiti bene accolti e hanno giudicato l’esperienza utile per la loro crescita. La stragrande maggioranza (precisamente l’87%) si dichiara pronta a impegnarsi anche il prossimo anno e a farlo anche in enti diversi da quello con cui hanno collaborato quest’estate. E il restante 13% non esclude il bis, ma specifica di volerlo fare nello stesso ente con cui ha già lavorato. Da sottolineare, inoltre, che gli enti partecipanti promuovono a pieni voti “Estate Attivi” e il 100% di loro ha già espresso l’intenzione di voler aderire al progetto anche l’anno prossimo”.
 
Con Estate Attivi è stato chiesto ai ragazzi dai 16 ai 18 anni un periodo di impegno di 14 oppure 28 giorni, per un massimo di 25 ore settimanali, all’interno di associazioni di volontariato impegnate in vari settori, come l’animazione nei centri estivi, il servizio agli anziani e ai disabili, ma anche in attività di carattere ambientale e culturale. In cambio del loro impegno, i ragazzi hanno ricevuto un buono-libro valido per l’acquisto di materiale scolastico nelle librerie di Cesena che hanno aderito all’iniziativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Medicina, moda e ricerca: le tre eccellenze cesenati per il premio Malatesta Novello

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

Torna su
CesenaToday è in caricamento