Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Alimenti scaduti e attività non in regola: i Nas staccano multe per 20mila euro

In provincia di Forlì-Cesena sono state ispezionate 40 attività, nove delle quali sono risultate non in regola

Controlli in ristoranti, pizzerie, bar, esercizi di ristorazione etnica, gelaterie, stabilimenti balneari, camping, villaggi turistici e campeggi. I Carabinieri per la Tutela della Salute di Bologna hanno reso noto i dati delle attività svolte nel corso della stagione estiva sul territorio romagnolo e nelle province di Ferrara e Bologna. Sono stati svolti 313 controlli, che hanno consentito di sequestrare complessivamente oltre 11mila chili di alimenti non idonei al consumo e privi di qualunque forma di tracciabilità ai fini della sicurezza alimentare, per un valore complessivo che sfiora i 500mila euro.
Sono state segnalate alle competenti autorità giudiziarie 5 persone, mentre 70 persone sono state segnalate in via amministrativa per carenze igienico sanitarie. Sono state contestate violazioni amministrative per un ammontare complessivo pari a 200mila euro circa e sospese 11 attività del valore stimato che supera i 4 milioni di euro. In provincia di Forlì-Cesena sono state ispezionate 40 attività, nove delle quali sono risultate non in regola. Sono stati contravvenzionati 7 operatori per violazione a norme igienico-sanitarie dell’importo complessivo di oltre 20mila euro, e sequestrate quasi 3 tonnellate di alimenti scaduti di validità e privi delle informazioni riguardanti la tracciabilità ai fini della sicurezza alimentare. E' stata infine sospesa l’attività di produzione di alimenti di origine animale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alimenti scaduti e attività non in regola: i Nas staccano multe per 20mila euro

CesenaToday è in caricamento