menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esame Covid "superato", 30 richieste di voto a domicilio: volontari al lavoro nei 2 seggi al Bufalini

Visto il contesto di emergenza sanitaria, per la prima volta all’Ospedale “Bufalini” sono stati creati i seggi 24c e 24d

Una due giorni di voto per tutti, nessuno escluso. A partire dall'apertura dei seggi fino alla chiusura di oggi, lunedì 21 settembre, alle ore 15, sono state 30 le richieste di voto a domicilio pervenute al seggio speciale COVID dai Comuni di Cesena, Gambettola, Longiano, Cesenatico, Savignano sul Rubicone e Roncofreddo. Considerato l'attuale contesto emergenziale e al fine di dare a tutti i cittadini sottoposti a trattamento domiciliare, in quarantena o in isolamento fiduciario per Covid-19 la possibilità di esercitare il pieno esercizio dei diritti civili e politici, per la prima volta all’Ospedale “Bufalini” sono stati creati i seggi 24c e 24d. Grazie all'importante contributo fornito dalla task force dei volontari USCA (Unità speciale di continuità assistenziale) e della Protezione Civile, è stato possibile garantire agli elettori positivi al Coronavirus o in isolamento preventivo la possibilità di esercitare il proprio diritto di voto in queste consultazioni referendarie.

Infatti, facendo fronte all'attuale contesto emergenziale, il Decreto legge 14 agosto 2020, n. 103, ha previsto l'attivazione del volontariato di Protezione civile in caso di impossibilità di costituzione della sezione elettorale ospedaliera e dei seggi speciali sia con gli scrutatori iscritti negli appositi elenchi sia attraverso le Unità Speciali di Continuità Assistenziale (USCA). Per l'occasione sono stati selezionati 4 scrutatori provenienti dal mondo del volontariato di Protezione civile (nello specifico dal Gruppo Volontari di Protezione Civile del Comune di Cesena) che – opportunamente formati sia dal punto di vista sanitario che amministrativo – hanno partecipato alle operazioni di costituzione del seggio speciale COVID e, muniti di visiere, guanti e mascherine, si sono recati presso il domicilio degli elettori nell’ambito dell'Unione Valle Savio e dell'Unione Rubicone Mare, impossibilitati a recarsi alle urne.

I Volontari di protezione civile, coordinati dai medici USCA Ignazio Palazzi e Pietro Barone, sono Alessandra Ronchi, Romina Casadei, Alessandro Bianchi e Stefano Tonini, residenti a Cesena e iscritti al GCVPC. L'Amministrazione comunale ringrazia tutti coloro che hanno fornito il proprio contributo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento