Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca Bagno di Romagna

Energie rinnovabili, a Bagno si studia il vento: c'è la stazione anemometrica

Già dall'estate scorsa l'assessore alle Politiche energetiche Simone Gabrielli ha intrapreso un percorso conoscitivo che, passando attraverso tavoli di concertazione con aziende di settore, altre amministrazioni virtuose e investitori privati

L’amministrazione del Comune di Bagno di Romagna sta intraprendendo percorsi di valutazione e monitoraggio tali poter aprire possibilità future di sviluppo all'interno del territorio in materia di energie rinnovabili. Tra le misure che si stanno mettendo in campo, l'installazione, nella zona delle Buscarelle (Passo del Carnaio) di una stazione anemometrica che ci consentirà, da oggi e per la durata di 12 mesi, di monitorare la velocità del vento a diverse altezze e direzioni, in modo da poter valutare futuri investimenti pubblici o privati nel campo delle Fonti Energetiche Rinnovabili ed in particolare dei parchi eolici.

Già dall’estate scorsa l'assessore alle Politiche energetiche Simone Gabrielli ha intrapreso un percorso conoscitivo che, passando attraverso tavoli di concertazione con aziende di settore, altre amministrazioni virtuose e investitori privati, ha portato oggi ad avere un quadro chiaro su come la realtà territoriale potrà affacciarsi e rapportarsi con prospettive di sviluppo nel campo delle energie alternative. Nell'ambito di questo percorso è nato l'Energy Lab, un Gruppo di Lavoro partecipato da cittadini ed esperti del settore che sta portando avanti, da un paio di mesi, una politica esplorativa e conoscitiva rispetto a tutte le tecnologie e le risorse disponibili, al fine di sensibilizzare e partecipare il pubblico.

“Certamente – precisa il sindaco, Marco Baccini – quello avviato rappresenta la prima fase di un percorso di approfondimento e valutazione, all’esito del quale sarà nostra intenzione verificare i possibili progetti da avviare insieme ai cittadini ed a tutti gli enti e le associazioni rappresentative interessate, che coinvolgeremo nella discussione delle valutazioni da affrontare. Siamo infatti convinti che il tema delle energie rinnovabili rappresenti un’opportunità attuale, che richiede di essere affrontata con maturità ma senza ritardi per adeguare anche i nostri territori alle migliori pratiche di produzione di energia e risorse”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Energie rinnovabili, a Bagno si studia il vento: c'è la stazione anemometrica

CesenaToday è in caricamento