menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Endometriosi, un incontro con gli esperti per sfatare i falsi miti sulla malattia

Un focus sui falsi miti, i tabù, le leggende metropolitane e le importanti e corrette informazioni da sapere sull’endometriosi

Sabato dalle ore 15.30 alle ore 18  la sala riunioni del quartiere “Oltre Savio” di Piazza Anna Magnani ospiterà la conferenza dal titolo: “Endometriosi: vero o falso”. Un focus sui falsi miti, i tabù, le leggende metropolitane e le importanti verità da sapere sull’endometriosi.

Per molti è una perfetta sconosciuta, eppure colpisce in Italia 3 milioni di donne, una su 8 e nel mondo ben 150 milioni. L’endometriosi è una malattia femminile cronica, subdola e spesso devastante. Lo stesso personale sanitario la conosce poco, per questo il ritardo nella diagnosi va dagli 8 ai 12 anni. Cambia radicalmente la vita di chi ne è colpita, che si sente sola, smarrita, con l’autostima sottozero e i rapporti sociali, la vita di coppia e il lavoro messi a dura prova.

Come Cristina che ha sofferto sin dall'adolescenza e prima di scoprire di avere l'endometriosi si è sentita abbandonata. “Tanto stanno tutte male durante le mestruazioni" si sentiva dire e quando i dolori hanno cominciato a intensificarsi, non riusciva più a sopportare l'idea che questo fosse normale e dipendesse da un suo problema psicologico. L’endometriosi può occludere le tube, creare aderenze, distorcere gli organi riproduttivi; provocare dolori forti durante il ciclo e l’ovulazione, dolori durante o dopo i rapporti sessuali, dolore pelvico cronico, cistiti ricorrenti, perdite intermestruali e colon irritabile.

Ne sa qualcosa Annalisa Frassineti che a 20 anni si è trovata sola a lottare contro tutti per avere una diagnosi, ha versato molte lacrime, è stata sottoposta a visite e interventi traumatici e ha dovuto tirar fuori tanta grinta per non perdere la fiducia in se stessa. Oggi è Presidente di A.P.E. Onlus (Associazione Progetto Endometriosi), un gruppo di donne affette da endometriosi, che si basa sul reciproco sostegno e conforto e promuove tanti incontri, cene sociali, formazione nelle scuole, tavoli informativi per creare consapevolezza.

Durante l’evento interverranno Linda Prati (Infermiera e Presidente OPI Forlì-Cesena) e Annalisa Frassineti (Presidente A.P.E. Onlus), parteciperanno in qualità di relatori: Serena Solfrini  ginecologa presso la ginecologia e ostetricia dell’Ospedale Bufalini di Cesena, Laura Letizia,  psicologa e psicoterapeuta e Maria Rosa  Manuppelli, Fisioterapista specializzata nella riabilitazione del pavimento pelvico. L’incontro è gratuito e aperto alla cittadinanza, è obbligatoria l’iscrizione alla mail forli@apeonlus.com.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento