menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza meteo, una cooperativa cesenate per riportare l'elettricità nelle zone colpite

Gli uomini di Coiec sono intervenuti da Bologna a Rimini, portando gruppi elettrogeni, riparando i cavi e ripristinando i collegamenti. Sette uomini sono stati richiamati dalla Toscana

Coiec è una delle aziende selezionate da Enel con la delicatissima missione di costruire e tenere efficienti gli impianti per la trasmissione e la distribuzione dell’energia elettrica sul territorio nazionale. Undici i team di pronto intervento di Coiec che hanno lavorato ininterrottamente dalla notte di giovedì 5 febbraio a sabato scorso, 35 persone che hanno operato per riportare l’elettricità dove gli alberi che si sono abbattuti sui cavi per il peso della neve e i manicotti di ghiaccio avevano causato l’interruzione del servizio.  

Un lavoro tecnicamente difficile e non esente da rischi, specialmente nelle zone più impervie dell’Appennino. "L’emergenza ora è rientrata - spiega il vicepresidente Beniamino Caselli - e stiamo lavorando per completare le opere necessarie a riportare le linee elettriche alla loro piena funzionalità". Gli uomini di Coiec sono intervenuti da Bologna a Rimini, portando gruppi elettrogeni, riparando i cavi e ripristinando i collegamenti. Sette uomini sono stati richiamati dalla Toscana, dove è presente una sede operativa. I tecnici di Coiec si erano già fatti onore in occasione del “nevone” del 2012 e degli eventi sismici del 2013 in Emilia.

"Siamo una delle pochissime imprese organizzate in forma cooperativa che svolgono questo tipo di attività - dice il presidente Pierluigi Palazzi - e siamo orgogliosi della nostra identità, che portiamo avanti da più di cinquant’anni". Coiec è nata nel 1962, con la nazionalizzazione dell’Enel.

"Un enorme “grazie” ai colleghi soci e non soci che negli scorsi giorni hanno lavorato fianco a fianco con i tecnici Enel, i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile e le Forze dell’Ordine". Così dopo le disastrose precipitazioni di inizio febbraio il presidente e il vicepresidente hanno inteso evidenziare il lavoro svolto dalla cooperativa. Un ringraziamento a cui si è aggiunto quello di Legacoop Romagna, per bocca del responsabile di settore Valdes Onofri e della presidente Ruenza Santandrea.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento