Furti e rapine, "Clima di preoccupazione e paura tra gli anziani"

È questo il timore e la preoccupazione che esprime Marcello Mazzotti, presidente di Fipac

"Si sta instaurando un clima di tensione e paura che sta colpendo anche gli anziani". È questo il timore e la preoccupazione che esprime Marcello Mazzotti, presidente di Fipac (la Federazione dei pensionati aderente alla Confesercenti Cesenate), facendosi portavoce delle persone anziane e fragili che stanno vivendo anche in prima persona ciò che sta accadendo sul territorio di Cesena, con una escalation di furti e spaccate ai danni delle vetrine di negozi, bar e non solo. Ciò che rende la situazione ancor più preoccupante sono i furti che si stanno verificando per giunta nell’orario di apertura al pubblico delle attività commerciali e l’ultimo assalto a un bancomat, di fronte a persone che hanno assistito impotenti alla rapina, costituisce un fatto al quale di certo Cesena non è abituata.

“È uno scenario veramente preoccupante - commenta Mazzotti - perché la psicosi di essere rapinati trasforma gli anziani in soggetti che si sentono già derubati della propria serenità, con la paura di uscire di casa, di passeggiare tranquilli per strada, condizionando il proprio stile di vita. Alla luce di questi eventi si insinua tra i pensionati un senso di impotenza che si traduce nella scelta di uscire di casa lo stretto necessario, privandosi dei contatti sociali essenziali. In aggiunta c’è poi la paura dell’intrusione all’interno della propria abitazione, dove i malviventi possono approfittare di persone sole ed indifese per raggirarle e truffarle”. 

“In questo preoccupante scenario, certo le forze dell’ordine svolgono un lavoro importante - prosegue il presidente della Federazione dei pensionati aderente alla Confesercenti Cesenate -, ma ci associamo a Confesercenti nel chiedere all’amministrazione comunale di incrementare l’installazione di ulteriori telecamere  lungo tutto il nostro territorio, con indennizzi ai commercianti che adottano misure di sicurezza in prevenzione".

"Chiediamo di dare ascolto anche alla persona anziana che rischia di divenire vulnerabile, insicuro e derubato prima di tutto della propria serenità - conclude Mazzotti -. Potrebbe essere utile promuovere punti di incontro della comunità con la regia di volontari, nonché sperimentare un sistema di telesoccorso, una sorta di numero verde, con l’apertura anche di uno sportello per vittime di furto i cui operatori possano essere in grado di intervenire sia come supporto di post reato e al contempo prediligere una attività informativa di prevenzione”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento