Emergenza Covid, il Comune mette in campo contributi per le piccole e medie imprese

Le imprese destinatarie del contributo, oltre alla sede legale e/o operativa nel Comune di Gatteo, devono avere una media di addetti impiegati nell’impresa di massimo quattro unità al 31/12/2019 ed un fatturato massimo di 150.000 euro all’anno

Il Comune di Gatteo mette in campo un’altra importante iniziativa per contrastare gli effetti dell’emergenza sanitaria da Covid-19 che ha danneggiato particolarmente le micro e piccole imprese del territorio, riconoscendo loro un contributo a fondo perduto una tantum.
Il contributo mira a sostenere non solo le imprese che hanno dovuto subire un periodo di chiusura, ma tutte le imprese che abbiano registrato una diminuzione di almeno il 30% del fatturato nel periodo dal 01 marzo 2020 al 31 maggio 2020.

Le imprese destinatarie del contributo, oltre alla sede legale e/o operativa nel Comune di Gatteo, devono avere una media di addetti impiegati nell’impresa di massimo quattro unità al 31/12/2019 ed un fatturato massimo di 150.000 € all’anno.

Tra i requisiti di ammissibilità prevista inoltre l'iscrizione alla Camera di Commercio, il non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione coatta o in regime di concordato preventivo, l'insussistenza di debiti certi, liquidi ed esigibili nei confronti del Comune relativamente ad IMU e TARI al 31/12/2019 (è prevista la possibilità di definire le pendenze prima della liquidazione del contributo per non essere esclusi) e l'impegno a proseguire l’attività per almeno sei mesi.

Prevista anche l'esclusione dal beneficio per le seguenti tipologie di attività: commercio all'ingrosso alimentare e non alimentare svolto in via prevalente e principale, commercio di armi e munizioni, fuochi d'artificio e sigarette elettroniche, sale bingo e scommesse, attività di “compro oro”, edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie, commercio al dettaglio di prodotti alimentari e bevande, servizi bancari, finanziari, assicurativi, attività del settore agricolo, zootecnico, di trasformazione agro-alimentare, comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi, commercio elettronico ed associazioni promozione sociale e società sportive.

La domanda di contributo potrà essere presentata esclusivamente on line, tramite un apposito modulo informatico, in modo da permettere alle imprese di limitare gli spostamenti e per agevolare le tempistiche di istruttoria. Il testo del bando e tutte le indicazioni necessarie sono riportati sul sito del Comune. Le domande dovranno essere formulate entro il termine perentorio delle ore 08.00 del 20 dicembre 2020.
Il contributo riconosciuto sarà determinato al termine della scadenza del bando e potrà variare da un minimo di 500 € ad un massimo di 1.000 € ad impresa, fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Al momento sono stati stanziati 100.000 €, sufficienti a coprire i contributi per almeno 200 aziende (prendendo a riferimento il contributo minimo di 500 €).

Il Sindaco Gianluca Vincenzi commenta così la nuova iniziativa: "questa misura è parte del corposo piano di sostegno varato per contrastare gli effetti negativi dell’emergenza sanitaria da Covid-19 sul tessuto economico del nostro Comune. In particolare questa iniziativa è rivolta alle micro e piccole imprese che abbiano particolarmente sofferto in questo periodo di grande difficoltà economica. Non abbiamo certo l’ambizione di poter annullare gli effetti della pandemia, ma riteniamo fondamentale manifestare la nostra vicinanza alle imprese ed alle famiglie del nostro Comune. Come sostenuto in più occasioni, il caposaldo dell’Amministrazione è sempre stato il sostegno alla nostra comunità ed anche in una situazione drammatica e di estrema difficoltà non abbiamo voluto far mancare la nostra doverosa vicinanza a tutta la collettività, cercando di non lasciare indietro nessuno".

"Conclude Vincenzi «le misure varate sono il frutto dell’impegno e della sinergia di tutta la struttura comunale, dalla Giunta a tutti i settori dell’Amministrazione e sono state condivise anche con le principali associazioni di categoria che rappresentano le imprese del nostro territorio, in modo da calibrare al meglio l’efficacia degli interventi predisposti. Purtroppo i nefasti effetti di questa emergenza stanno continuando a danneggiare tante famiglie ed imprese del nostro territorio, per cui anche nei prossimi mesi faremo la nostra parte con tutte le nostre forze per predisporre ogni sostegno che potremo mettere in campo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Speranza chiama Bonaccini, arriva l'ufficialità: l'Emilia Romagna è zona "gialla"

Torna su
CesenaToday è in caricamento