Elezioni regionali, il voto a Cesena: emorragia voti del Pd, può gioire solo la Lega | I RISULTATI

A Cesena l'esito delle urne per le Elezioni Regionali conferma la netta permanenza del Partito Democratico come prima formazione politica per voti in città, sebbene con una decisa flessione. Tra gli altri partiti da registrare è una crescita esponenziale della Lega Nord e una diminuzione sensibile del M5S e di Forza Italia

A Cesena l’esito delle urne per le Elezioni Regionali conferma la netta permanenza del Partito Democratico come prima formazione politica per voti in città, sebbene con una decisa flessione. Tra gli altri partiti da registrare è una crescita esponenziale della Lega Nord e una diminuzione sensibile del M5S e di Forza Italia. Tuttavia, ogni dato che può essere sviscerato in un’analisi del voto del post-regionali deve tener conto della netta contrazione della base dei votanti. Solo sei mesi fa, a maggio, per le Elezioni Europee e le Amministrative, andarono a votare 56.137 cesenati (73,27 % di affluenza) mentre domenica si sono recati alle urne appena 29.929 cesenati (38,60% di affluenza), vale a dire quasi la metà. E’ vero che sei mesi fa si votava anche per la scelta del sindaco, elezione che tradizionalmente mobilita di più l’elettorato.


I DATI DEL PD. Con una differenza così netta di votanti non ha quindi molto senso comparare i valori assoluti dei voti presi, ma sulle percentuali emergono dati significativi. Anche Cesena elegge presidente Stefano Bonaccini, che ha raccolto più della metà dei consensi: 14.791 voti e 51,14%. Il Partito Democratico ha preso il 45,5% dei voti espressi, quindi con un calo di ben 11 punti percentuali rispetto allo strabiliante 56,5% di maggio scorso. L’alleato Sinistra Ecologia e Libertà si porta a casa un significativo 3,64%. Il Pd cesenate ottiene quindi un eletto, Lia Montalti, mentre non eletti risultano essere sia Daniele Zoffoli (area Bonaccini)  che, molto distaccato, Enzo Baldazzi (area Balzani).


M5S. Sempre in tema di cali  il Movimento 5 Stelle continua nel suo andamento calante dalle Politiche, alle Europee ed ora alla Regionali: i “grillini”, che comunque hanno a Cesena una loro roccaforte e che eleggono un consigliere regionale (Andrea Bertani). Alle Europee di sei mesi fa, il Movimento 5 Stelle a Cesena aveva ottenuto il 19,7% dei voti, domenica con la candidata Giulia Gibertoni, è arrivata al 14,5%, una flessione quindi di circa il 5% dei consensi.


CENTRO-DESTRA. Dopo l’astensionismo, quella che può cantar vittoria ad urne chiuse è la Lega Nord: a Cesena ha ottenuto il 17% dei voti contro il 3,4% delle Europee. Per la Lega è una crescita anche in valori assoluti: 1.847 voti a maggio, 4.771 a novembre. Il dato della Lega fa “volare” il candidato di coalizione, il sindaco leghista di Bondeno Alan Fabbri, che ottiene il 24,9%, comunque un 5% in meno rispetto alla sua media regionale. La Lega a Cesena fa il 2,5% in meno rispetto alla media regionale. Anche il Carroccio elegge un consigliere a livello regionale, si tratta dell’ex consigliere comunale forlivese Massimiliano Pompignoli. Molto ridimensionata Forza Italia: a Cesena è il quarto partito, con il 6,4% dei voti, in calo del 2,8% rispetto alle Europee. Diminuisce, in numeri piccoli, Fratelli d’Italia – Alleanza nazionale,  che passa dal 2% delle europee all’ 1,5% delle regionali. Completa l’arco di centro-destra Alessandro Rondoni alla guida di “Emilia Romagna Popolare” (Ncd e Udc): a Cesena fa il 4,1%, quindi meglio rispetto alla sua media regionale del 2,66%.


PICCOLI PARTITI. La formazione della sinistra “L’Altra Emilia-Romagna”, che a livello regionale si prende un seggio con il 4%, a Cesena va male, arrivando ultimo partito, con il 2,42% alla candidata Quintavalla. La scalza la lista “Liberi cittadini”, nata e alimentata dall’area del dissenso degli ex grillini “epurati” da Grillo-Casaleggio, che ottiene il 2,44% a Cesena rispetto all’un percento del dato regionale.


CESENATICO. A Cesenatico il Pd resta sotto quota quaranta percento (39,6%), la Lega è seconda col 21,7% dei voti e il Movimento 5 Stelle terzo partito con il 14,7%. “Buono” il dato di Forza Italia con l’11,5%.

IL VOTO A CESENA:
BONACCINI STEFANO: 14.791 - 51,14%                 
-    PARTITO DEMOCRATICO 12.780- 45,52%
-    SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA'    1.023 - 3,64%
-    EMILIA ROMAGNA CIVICA 533 - 1,89%
-    CENTRO DEMOCRATICO-DEMOCRAZIA SOLIDALE 172 - 0,61%
FABBRI ALAN 7.207    - 24,92%
-    LEGA NORD 4.771 - 16,99%
-    FORZA ITALIA 1.810 - 6,44%
-    FRATELLI D'ITALIA - ALLEANZA NAZIONALE: 422 - 1,50%
GIBERTONI GIULIA: 4.250- 14,69%
-    MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT: 4.087 - 14,55%

RONDONI ALESSANDRO: 1.265 - 4,37%    
-    NCD - UDC - EMILIA-ROMAGNA POPOLARE: 1.162 - 4,13%

MAZZANTI MAURIZIO: 706 - 2,44%
-    LIBERI CITTADINI: 680- 2,42%

QUINTAVALLA MARIA CRISTINA    : 701- 2,42%
-    L'ALTRA EMILIA ROMAGNA: 633 - 2,25%

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Scampagnata al Fumaiolo: "La libertà ha un prezzo più alto delle multe, continueremo ad incontrarci"

  • Tante classi in quarantena ed un morto, l'evoluzione del virus nel Cesenate

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento