rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Elezioni provinciali, votano quasi l'84% degli aventi diritto. Come da pronostico vince Lattuca

Si sono svolte sabato le operazioni di voto per l'elezione del Presidente della Provincia di Forlì-Cesena e del relativo Consiglio Provinciale

Si sono svolte sabato le operazioni di voto per l'elezione del Presidente della Provincia di Forlì-Cesena e del relativo Consiglio Provinciale. Essendo un'elezioni di secondo livello, le urne erano aperte per sindaci e consiglieri comunali del Cesenate e del Forlivese. La sfida è tra il sindaco di Cesena Enzo Lattuca e Roberto Canali, sindaco di Predappio.  Il dato definitivo dell'affluenza alle ore 20 registra l'83,8%.  Hanno votato 357 persone su 426 aventi diritto. Il dato più alto di partecipazione si è registrato dal comune di Cesena dove hanno partecipato al voto in 24 sui 25 aventi diritto (96%), segue il Comune di Forlì con 30 votanti su 33 aventi diritto (90,9%). Bene anche i comuni della fascia tra i 10mila e i 30mila abitanti, con 102 aventi diritto e 91 votanti (89,2%). La percentuale di partecipazione nei comuni tra i 5.000 e i 10.000 abitanti è dell'87,8%, quelli tra 3.000 e i 5.000 abitanti all'84,4% ed infine quelli fino a 3.000 abitanti al 68,7%. Il meccanismo di spoglio vede un sistema di voto ponderato in base al peso demografico del Comune di cui il votante è rappresentante. 

La vittoria è andata, come ampiamente previsto, ad Enzo Lattuca, dal momento che la maggioranza dell'elettorato di riferimento faceva capo al centro sinistra: Lattuca ha riportato 209 elettori, essendo il voto ponderato con degli indici in base al peso demografico cel comune del votante, i voti virtuali sono 49.600. Per Roberto Canali, invece, hanno votato 142 elettori con un voto ponderato pari a 38.737 voti. Lattuca vince quindi con il 56,1% dei voti. Canali ha avuto più votanti e voti nei piccoli comuni fino a tremila abitanti (40 contro 27 di Lattuca) e nel comune di Forlì retto da una maggioranza di centro-destra (20 contro 9), in tutte le altre fasce demografiche ha invece vinto Lattuca.

I commenti dei partiti

Per Lattuca arrivano anche le congratulazioni del deputato forlivese Marco Di Maio: "Congratulazioni e buon lavoro all’amico Enzo Lattuca, appena eletto presidente della Provincia di Forlì-Cesena. Lo abbiamo sostenuto direttamente e senza esitazioni con la certezza he saprà lavorare per andare oltre gli assurdi campanili che spesso privano il territorio di opportunità e occasioni di crescita".

Commenta il parlamentare della Lega Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna: “Credo che la Lega e il centrodestra in generale possano uscire soddisfatti dalle elezioni provinciali di Forlì-Cesena. Non è una sorpresa che il sindaco di Cesena, Enzo Lattuca, sia uscito vincitore anche se non con il risultato che forse si aspettava. Roberto Canali, sindaco di Predappio, candidato dell’area alternativa alla sinistra, che ringrazio per la grande disponibilità dimostrata, si è difeso più che bene. Ritengo che sarebbe stato un ottimo presidente di Provincia, preparato e aperto alle istanze bipartisan. Giustamente Canali ha ricordato in un’intervista rilasciata il 17 dicembre che la ‘riforma Del Rio’ in materia di enti locali fu un errore e che la Provincia deve tornare a funzionare. Al contrario Lattuca, da parlamentare, fu uno dei grandi sostenitori del provvedimento che avrebbe dovuto cancellare le Province e che puntava a cambiare l’Italia, evidentemente in peggio se oggi siamo qui a celebrare la ripresa di attività dell’ente. Ma tutti possono sbagliare e siamo convinti che Lattuca sarà il presidente del rilancio della Provincia in settori strategici per il territorio. Per quanto riguarda la Lega, raddoppiamo la nostra rappresentanza con i consiglieri Ombretta Farneti, consigliere comunale a Mercato Saraceno, e Sauro Baruffi, vice sindaco del comune di Premilcuore, a cui faccio i migliori auguri per il prestigioso risultato raggiunto”. Felicitazioni per l’elezione a consigliere provinciale e un sincero augurio di buon lavoro” sono stati inviati a Ombretta Farneti, capogruppo di Mercato Saraceno Cambia e segretario della Lega Valle Savio, dal segretario della sezione Lega di Cesena, Fabio Biguzzi, insieme ai colleghi consiglieri del Gruppo Lega in Consiglio comunale a Cesena, Antonella Celletti, Enrico Sirotti Gaudenzi e Beatrice Baratelli. “E’ il giusto riconoscimento al lavoro e al grande impegno che Ombretta dedica non solo all’attività politica e amministrativa, ma anche a quella nel sociale. La neo consigliera saprà rappresentare al meglio le istanze di tutto il territorio cesenate e della Valle del Savio tenendo salde e coerenti le linee programmatiche e progettuali che la Lega porta avanti in ogni assemblea elettiva a tutti i livelli”.

Anche la lista Cambiamo di Cesena, con Andrea Rossi si complimenta con l'elezione di Enrico Castagnoli, eletto con il secondo maggior numero di preferenze nel nuovo consiglio provinciale nella lista di centro destra: "“Avere un nostro rappresentante nel consiglio provinciale - dice Rossi - ci consentirà di portare le nostre battaglie in una nuova dimensione istituzionale e di proseguire il nostro lavoro di rinnovamento della macchina amministrativa contro le ideologie, i clientelismi e la lentocrazia che, ancora oggi, condizionano l’efficienza di questi enti”.  “E’ un risultato che accolgo con grande soddisfazione - aggiunge Enrico Castagnoli - e ovviamente anche con il doveroso senso di responsabilità. E’ una vittoria della lista Cambiamo e di tutto il mondo civico che, tra i cinque eletti nel centro destra, potrà contare anche sul prezioso apporto di Maria Teresa Rinieri. Questo dimostra che, dopo gli elettori, anche i consiglieri comunali hanno voluto premiare l’impegno e la serietà delle forze civiche moderate. A loro va il mio personale ringraziamento con la promessa di un impegno assiduo e costante verso i grandi temi che ci attendono, in primis i fondi del Pnnr da cui dipenderà gran parte del rilancio e del benessere futuro dei nostri territori. E un grazie particolare lo rivolgo anche al gruppo di Forza Italia che ha sostenuto la mia candidatura contribuendo in maniera decisiva ad un risultato che premia il grande lavoro di squadra e l’impegno corale di tutte le forze del centro-destra”. 

Da parte sua commenta Alice Buonguerrieri, coordinatore provinciale di FdI: "L'esito delle elezioni provinciali conferma la crescita e il radicamento di Fratelli d'Italia sul territorio: il lavoro dei nostri rappresentanti, dai piccoli centri fino alle città, sta dando i suoi frutti. E' per noi motivo di grande soddisfazione il risultato conseguito dal nostro candidato Lucio Moretti, consigliere comunale a Predappio e primo degli eletti nella lista di centrodestra: a Lucio, ai nuovi consiglieri provinciali e a tutti coloro che con grande impegno hanno sostenuto il candidato Roberto Canali vanno i nostri complimenti e i nostri ringraziamenti". "L'elezione del nuovo presidente è stata contesa, l'alta percentuale di affluenza al voto testimonia come l'appuntamento sia stato affrontato con il giusto approccio e il centrosinistra ha sì vinto, ma con un margine limitato - prosegue Buonguerrieri - Abbiamo messo in campo un grande lavoro di squadra, dimostrando la capacità di stringerci e correre tutti nella direzione giusta per il nostro candidato. Per Fratelli d'Italia la strada era tutta in salita, partendo da un numero di voti iniziali, riconducibile ai pochi eletti nelle grandi città nel 2019, più basso rispetto a tutti gli altri candidati della lista del centrodestra; ma nonostante questo non solo il nostro candidato è stato eletto, ma ha conquistato anche il maggior numero di preferenze fra tutti i candidati di centrodestra, a conferma che il partito si sta radicando sempre di più sul territorio. Analizzando i dati, emerge poi un importante sostegno a Fratelli d'Italia nei Comuni più piccoli della Provincia, che ha ribaltato il pronostico che vedeva favoriti i candidati dei Comuni capoluogo. Il centrodestra ha eletto cinque consiglieri, uno in più rispetto alla scorsa tornata elettorale - un segnale questo da leggere per il centro sinistra - la Provincia di Forlì-Cesena è infatti sempre meno rossa. E ora al lavoro per dare risposte ai cittadini, a partire dalla gestione della viabilità provinciale e dal corretto utilizzo delle risorse economiche, anche derivanti dal PNRR, a vantaggio del nostro territorio" conclude Buonguerrieri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni provinciali, votano quasi l'84% degli aventi diritto. Come da pronostico vince Lattuca

CesenaToday è in caricamento