Commercio, Lucchi: "Il modello Forlì ci fu proposto, ma lo abbiamo respinto"

Non sarà imitato il "modello Forlì", che a livello della programmazione commerciale va verso la totale liberalizzazione, con le nuove aree di medie e grandi superfici che potranno essere liberamente di alimentare o extra-alimentare

Non sarà imitato il “modello Forlì”, che a livello della programmazione commerciale va verso la totale liberalizzazione, con le nuove aree di medie e grandi superfici che potranno essere liberamente di alimentare o extra-alimentare. Lo conferma, da parte sua, il candidato del centro sinistra alle prossima amministrative e sindaco uscente Paolo Lucchi, che risponde al direttore della Confesercenti cesenate Graziano Gozi: “Non è mia intenzione imitare le scelte forlivesi, e in ogni caso garantisco il vostro preventivo coinvolgimento alla stesure di nuovi strumenti urbanistici che influenzino la vigente normativa commerciale”.

Risponde così il sindaco uscente Paolo Lucchi, chiamato in casa come candidato sindaco del centro sinistra, dal direttore della Confesercenti cesenate Graziano Gozi preoccupato per gli effetti - qualora la stessa disposizione intervenga anche nel Cesenate - che alcune disposizioni assunte dal Comune di Forlì avranno sulla rete commerciale.

Oltre a garantire la propria distanza da quanto sta avvenendo a Forlì Paolo Lucchi evidenzia che “l’Amministrazione uscente del Comune di Cesena, ha avviato le procedure per dotarsi di un Piano Strutturale Comunale (Psc) di cui il Piano Operativo Comunale è uno degli strumenti operativi, anticipando tale elaborazione con la Variante di Salvaguardia, adottata dal Consiglio Comunale nel Febbraio scorso. Pertanto, l’ipotesi di prevedere qualsiasi norma che influenzi la vigente normativa commerciale non è all’ordine del giorno. Peraltro, considerato l’impegno che come candidato Sindaco assumo nel programma di legislatura, ovvero di approvare il Nuovo PSC, non mancheranno le occasioni di confronto sul futuro urbanistico della città, compresi e non ultimi, gli aspetti di legittimo interesse delle associazioni dei commercianti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nello scorcio di questa legislatura – ricorda inoltre Paolo Lucchi - sono state approvate 2 importanti Varianti al PRG 2000 (nel 2010 e nel 2012) per il sistema produttivo locale, che stanno consentendo l’insediamento o l’ ampliamento di alcune aziende. “Tengo a precisare – conclude Paolo Lucchi - che per entrambe le Varianti urbanistiche, in fase di osservazione (proprio come oggi a Forlì) il Comune di Cesena ricevette 9 osservazioni che miravano ad individuare nel PRG vigente, altrettante nuove previsioni commerciali di medie strutture. La Giunta, ancor prima dell’espressione del Consiglio Comunale, ha ritenuto di respingerle tutte, proprio in relazione al fatto che sul tema occorre una riflessione complessiva che coinvolga tutto il mondo del commercio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento