Elezioni a Verghereto, la Lega replica a Sensi: "Non capisce i problemi della nostra gente"

Replicano dal Carroccio: “Se poi il programma di Sensi è quello di diffondere le sedute di Consiglio in streaming, mentre le nostre infrastrutture sono in totale degrado e non sappiamo ancora quali servizi ci verranno tagliati, allora è evidente quanto poco la sua parte politica capisca dei problemi della gente"

“Federico Sensi si sveglia dal torpore in extremis e accusa la Lega di non avere un programma. Ci sembra molto azzardato che chi è stato in Giunta in questi ultimi cinque anni e poco o nulla ha fatto per Verghereto accusi la Lega Nord. Al posto di Sensi chiederemmo scusa ai nostri concittadini per aver perso tutti questi anni, mentre il nostro territorio si spopolava”: è la risposta di Moreno Bernabini, candidato a Sindaco per la Lega Nord a Verghereto, e Gianni Facciani, Segretario della Lega Nord Valle del Savio al candidato di centro-sinistra, che ha accusato la Lega di sottrarsi ai confronti pubblici e di non aver neanche presentato un programma di governo.

Replicano dal Carroccio: “Se poi il programma di Sensi è quello di diffondere le sedute di Consiglio in streaming, mentre le nostre infrastrutture sono in totale degrado e non sappiamo ancora quali servizi ci verranno tagliati, allora è evidente quanto poco la sua parte politica capisca dei problemi della gente, che non può contare solo su promesse elettorali e progetti rimandati nel tempo. E sbaglia di grosso Sensi quando ci accusa di fare polemica. Quando il Pd si sente alle strette si difende così, lanciando accuse infondate contro i “nemici”, ma senza alcun costrutto. La nostra non è polemica, ma constatazione dei fatti. Noi chiediamo di essere messi alla prova e ci confronteremo con chiunque abbia effettivamente intenzione di lavorare a testa bassa per il territorio e per la nostra gente”.

“Perché finora abbiamo visto solo Sindaci, assessori e consiglieri di maggioranza, e non solo a Verghereto, che non osano prendere posizioni alternative alle decisioni che arrivano dall’alto, anche se queste decisioni non sono sempre nell’interesse dei Comuni. E questo vale anche per l’Unione dei Comuni. Se saremo premiati dal voto, renderemo pubblico e trasparente tutto quello che riguarda decisioni, bilanci, costi e servizi e, all’interno dell’Unione, chiederemo pari dignità per tutti i Comuni, i cui Sindaci, almeno quelli di centro-sinistra, non dovrebbero sempre piegarsi ai diktat di Cesena. Ci fidiamo, infatti, poco di dichiarazioni elettorali che parlano genericamente di risparmi e di opportunità grazie all’Unione. Vogliamo nero su bianco: chiarezza e rispetto per la nostra gente.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Sergio Rossi, anche il 're' del calzaturiero tra le vittime del virus: "Una grande perdita"

  • "Creativo e perfezionista", ha portato la scarpa di San Mauro in tutto il mondo. Tanti ricordano Sergio Rossi

  • "Un giorno tristissimo", si è spento l'imprenditore dell'ortofrutta Daniele Brunelli

  • Stabile il rallentamento del virus (+12), si piange il 16esimo morto. In provincia oltre 1000 positivi

  • Caffè o spesa con bar e supermercati chiusi, una decina pizzicati dai Carabinieri

  • Il contagio si stoppa, zero nuovi casi ma due decessi. Un'altra vittima alla "Maria Fantini"

Torna su
CesenaToday è in caricamento