Educazione stradale, gli studenti del Liceo "Monti" in visita alla sede della Municipale

I ragazzi hanno mostrato una partecipazione attiva poiché, dopo le nozioni teoriche, sono passati prima alla sperimentazione e poi alla simulazione, fornendo alla fine dell’incontro un feedback positivo sulle attività svolte

Nei giorni scori, gli studenti del liceo classico “Monti” hanno visitato la sede della Polizia Municipale, nell’ambito del progetto di educazione stradale che i ragazzi hanno avviato con una lezione teorica svolta in classe. I ragazzi hanno mostrato una partecipazione attiva poiché, dopo le nozioni teoriche, sono passati prima alla sperimentazione e poi alla simulazione, fornendo alla fine dell’incontro un feedback positivo sulle attività svolte.

Durante la giornata, gli studenti hanno visitato la sede di Corso Cavour, a partire dalla centrale operativa, che rappresenta il vero cuore pulsante delle attività della Polizia Municipale. Raggiunti successivamente gli uffici dei nuclei specialistici, i ragazzi hanno potuto provare il pre-test per l’alcol ed assistere ad una dimostrazione di come viene fatto un controllo sui documenti falsi.

Giunti poi nel cortile interno del comando, è stato possibile vedere le dotazioni ed i mezzi in forza al Corpo di Polizia Municipale fra cui lo speed-scout (ovvero l’attrezzatura installa a bordo di un autovettura in grado di verificare, in un tempo stimato fra gli 1 e 3 secondi, la copertura assicurativa, il furto e la revisione di tutti i veicoli che occupano il suo raggio d’azione). Ma è stata anche l’occasione, attraverso un simulatore di guida del ciclomotore, per riprodurre in modo virtuale la realtà della strada, testare la propria capacità in mezzo al traffico e venire a contatto con tutti i possibili imprevisti che possono accadere in strada (come ad esempio il pedone che attraversa improvvisamente la strada o l’ambulanza che supera un incrocio a sirene spiegate)Infine, i ragazzi sono stati sensibilizzati ai pericoli derivanti dall’utilizzo dell’alcol prima di mettersi alla guida, attraverso una simulazione di guida in stato di ebbrezza ottenuta con l’utilizzo di appositi occhiali

"L'ormai continua attività di contatto tra le nostre scuole e la Polizia Municipale - commenta il sindaco Paolo Lucchi - offre alle ragazze ed ai ragazzi una visione ampia dei loro diritti e dei doveri. Si tratta di un'operazione innovativa e di carattere culturale, che sta contribuendo a formare cittadini più consapevoli anche nell'affrontare da protagonisti il rapporto con la mobilità pedonale, ciclabile ed automobilistica. Mi congratulo con Giovanni Colloredo, Comandante della nostra Polizia municipale e con i dirigenti scolastici che, a partire da quello del Liceo Classico Giancarlo Domenichini, stanno affrontando con grande concretezza una sfida importante per la nostra intera città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Ristoratrice apre le porte del suo agriturismo e accoglie 58 clienti a pranzo e cena: denunciata

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

Torna su
CesenaToday è in caricamento