E45, studenti verso la normalità. Baccini: "Pronti i pulmini che rispettano i limiti della Procura"

Il sindaco di Bagno di Romagna: "Sono pronti sei pulmini da otto persone per gli studenti che frequentano gli istituti toscani"

"Oggi ho partecipato alla riunione organizzativa con i rappresentanti dell’Agenzia per la mobilità della Romagna e Start per condividere la mia proposta di riattivare il servizio di strapparti scolastico per i nostri studenti, con mezzi di peso rientrante nei limiti imposti dalla Procura".

Lo scrive su Facebook il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini che precisa: "Serviranno 6 pulmini da 8 persone, che prenderanno servizio sostituendosi alle linee degli autobus, così garantendo agli studenti che frequentano gli Istituti toscani di poter riprendere il normale percorso scolastico. L’organizzazione del servizio richiederà uno sforzo economico di circa  1.200 euro al giorno, dovuto ai maggiori costi per autisti e mezzi, per la copertura dei quali ho chiesto ad ognuno di fare la propria parte, contribuendo alla pronta fattività del progetto, nell’ottica di comprendere ognuno il carattere d’emergenza della situazione".

"Al netto delle formalità necessarie ad inserire i pulmini nel servizio di trasporto pubblico, per cui servono alcune autorizzazioni tra le quali quella della Motorizzazione, contiamo di poter attivare il nuovo servizio a partire dal prossimo lunedì".
"Ciò per riportare a normalità la vita scolastica dei nostri giovani, - conclude il sindaco - in attesa che l’E45 venga riaperta anche ai mezzi pesanti, autobus compresi, come da impegni presi dal Ministro Toninelli e da Anas, con l’avvio necessario della Procura di Arezzo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento