menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E45, pubblicato il bando: ecco i contributi per lavoratori e imprese: tutte le informazioni

Sostegno a lavoratori e imprese che hanno segnalato i disagi. A disposizione ci sono i 500mila euro stanziati dalla Regione Emilia Romagna

Mentre sono in corso gli ultimi preparativi per la riunione aperta del Tavolo Emergenza E45, in programma a San Piero in Bagno, l’Unione dei Comuni ha appena pubblicato il bando per l’assegnazione dei contributi destinati a cittadini e imprese che hanno segnalato condizioni di disagio derivanti dalla chiusura del viadotto Puleto. A disposizione 500mila euro stanziati dalla Regione Emilia Romagna per una prima risposta all’emergenza.

Finora  questa è l’unica somma resa disponibile per il sostegno di lavoratori ed imprese, dopo il no al riconoscimento dello stato di emergenza da parte del Governo e il mancato inserimento nel ‘decreto crescita’ dei 10 milioni per i lavoratori delle aziende colpite dai disagi. Per l’invio delle domande c’è tempo fino alle ore 13 del 13 maggio. Possono fare richiesta solo le aziende e i lavoratori dei Comuni di Verghereto, Bagno di Romagna, Sarsina, Mercato Saraceno, Roncofreddo, Sogliano al Rubicone, Sant’Agata Feltria, Cesena o Montiano che hanno partecipato all’indagine conoscitiva svoltasi fra febbraio e marzo.

A ciascuno dei lavoratori che hanno presentato segnalazione di disagio verranno assegnati 500 euro (a fronte, naturalmente, della presentazione della specifica domanda). La somma complessiva dedicata a questo scopo ammonta a 6500 euro.Per le imprese il contributo riconosciuto non potrà superare l’importo dichiarato in domanda e sarà determinato sulla base di tre elementi riferiti al  periodo compreso fra il 16 gennaio e l’11 aprile 2019: decremento di fatturato;  incremento dei costi e perdita di commesse, contratti. La somma complessiva a disposizione delle imprese ammonta a 493.500 euro, e sarà ripartita tra quattro categorie:  aree di servizio (imprese localizzate all’interno di aree di servizio lungo la E45) e distributori di carburante; autotrasporti; ristorazione e alberghi; categorie varie.

La ripartizione individuata sulla base degli esiti dell’indagine è la seguente: alle aree di servizio andranno 167.825 euro, all’autotrasporto 82.903 euro, al settore ristorazione e alberghi 93.441 euro, agli altri settori 149.330 euro. Il bando indica, nell’ambito di ciascuna categoria, gli importi di riferimento stimati per singola impresa. Così, si è calcolato che l’importo di riferimento per ogni impresa della categoria aree di servizio andranno 11.987,51 euro, a quelle dell’autotrasporto  4.876,68 euro, a quelle del settore ristorazione e alberghi 5.496,55 euro, a quelle degli altri settori 5.530,74euro.

Le domande vanno presentate all’Unione Valle Savio in marca da bollo da € 16,00, utilizzando solo i moduli predisposti, che possono essere scaricati dal sito  internet dell’Unione di Comuni “Valle del Savio” o, in alternativa, essere richiesti agli sportelli informativi dei  Comuni e agli Sportelli informativi delle associazioni di categoria, dei sindacati e delle parti sociali che hanno firmato il protocollo d’Intesa per la gestione dello stato di crisi. Il bando completo e tutti gli allegati possono essere scaricati sito dell’Unione all’indirizzo https://www.unionevallesavio.it/e45, (raggiungibile anche dai siti dei Comuni coinvolti e da quelli delle associazioni di categoria e sindacati che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per la gestione dei contributi stanziati dalla Regione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Un importante alleato in tempi di Coronavirus: il saturimetro

Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento