Cronaca

E45, chiusura del viadotto Puleto: approvate 51 domande di sostegno al reddito per i lavoratori autonomi

“Si tratta di una prima risposta importante" afferma l’assessore regionale allo Sviluppo e al Lavoro, Vincenzo Colla

Sono 51 su 65 le domande di lavoratori autonomi ammesse al finanziamento per le perdite di fatturato dovute alla chiusura del viadotto Puleto, sulla E45. L’indennità riconosciuta alle richieste approvate è pari a 15 mila euro, e sarà erogata da Inps per un importo complessivo di 765mila euro.

Le domande sono state approvate in base al decreto nazionale del Ministero del lavoro che, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, esige come condizione giuridica per l’accesso la sospensione dell’attività e di conseguenza la riduzione del fatturato.

“Si tratta di una prima risposta importante- afferma l’assessore regionale allo Sviluppo e al Lavoro, Vincenzo Colla- ma, anche alla luce delle economie ottenute, dal momento che sono state utilizzati 765mila euro sul totale dei 5,6 milioni attribuiti complessivamente alla Regione Emilia-Romagna, chiediamo al Governo di modificare il decreto nazionale per supportare tutte le imprese e tutti i lavoratori dipendenti e autonomi coinvolti nella chiusura della E45”.

Secondo l’assessore, infatti, “è necessario poter intervenire con le indennità anche per coprire i maggiori costi sostenuti nello svolgimento della propria attività a causa della non percorribilità del ponte, e non solo il calo di fatturato dovuto alla sospensione del lavoro”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E45, chiusura del viadotto Puleto: approvate 51 domande di sostegno al reddito per i lavoratori autonomi

CesenaToday è in caricamento