"Contro il martirio dei cristiani nel mondo": il Duomo si illumina di rosso

L'iniziativa, del Comitato Nazarat di Cesena, è finalizzata a "squarciare il velo dell’indifferenza sul martirio di tanti cristiani nel mondo"

La Cattedrale di Cesena si "tingerà" di rosso sabato sera. L'iniziativa, del Comitato Nazarat di Cesena, è finalizzata a "squarciare il velo dell’indifferenza sul martirio di tanti cristiani nel mondo". "Il rosso - viene spiegato - è il simbolo della sofferenza e del martirio di tanti innocenti perseguitati o uccisi per la loro fede. Accendere le luci per Mosul e per Aleppo significa portare la speranza di non essere dimenticati ai cristiani iracheni e siriani, e simbolicamente a tutti gli altri, che tanto hanno sofferto e soffrono. Per questi eroi della fede è molto importante che i fratelli occidentali si mobilitino per rendere nota al mondo la loro sofferenza".

L’iniziativa è promossa dal Comitato Nazarat, un gruppo di cristiani cesenati provenienti dalle più diverse esperienze (parrocchie, movimenti), ma uniti dal desiderio di testimoniare una vicinanza fattiva ai loro fratelli perseguitati. Tale Comitato – sulla scia di decine di altri gruppi in Italia - si ritrova da oltre due anni ogni 20 del mese alle 19 davanti al Duomo di Cesena, proponendo la recita del rosario, ascoltando talora testimoni di questa dramma e raccogliendo offerte a sostegno di queste martoriate popolazioni. 

"Questa gente fu cacciata dalle loro case, derubata dei proprio beni, minacciata affinché rinnegasse il proprio credo, non ci ha chiesto di imbracciare la armi, di ospitarli, di dare loro cibo, soldi o vestiti - spiegano dal Comitato -. Ci ha  chiesto solo di continuare a pregare per loro. Una preghiera che li aiuti a resistere, senza scappare dalla terra che e' stata culla del cristianesimo per millenni. Questo il motivo della nostra scelta di attirare l’attenzione della città illuminando per una notte la nostra Cattedrale di Cesena". Sabato sarà illuminato di rosso in contemporanea anche il Colosseo: la fondazione pontificia "Aiuto alla Chiesa che soffre" punterà i fari sulla questione della libertà religiosa. In contemporanea ci saranno analoghe iniziative ad Aleppo, in Siria, e a Mosul, in Iraq.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Medicina, moda e ricerca: le tre eccellenze cesenati per il premio Malatesta Novello

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

Torna su
CesenaToday è in caricamento