Usava il bar come centrale dello spaccio, snidato dal cane antidroga dei carabinieri

Il bar in cui lavorava come dipendente era diventata la base dello spaccio di droga. A snidarlo è stato il cane anti-droga dei carabinieri

Il bar in cui lavorava come dipendente era diventata la base dello spaccio di droga. A snidarlo è stato il cane anti-droga dei carabinieri, nel corso di un controllo del territorio per la repressione dello spaccio di stupefacenti messo in atto nelle giornate di venerdì e sabato scorsi dai militari del nucleo radiomobile della compagnia di Cesenatico. Tra le varie verifiche effettuate, anche quella in un bar di Savignano dove, secondo gli inquirenti, operava un giovane barista di 19 anni di Gatteo, trovato con circa un etto di marijuana, bilancino di precisione e circa 500 euro in contanti ritenuti provento dello spaccio. Il tutto, compreso il denaro, è finito sequestrato.

Secondo gli investigatori l'attività di spaccio avveniva nel bar, all'insaputa del titolare. Il 19enne è stato messo agli arresti domiciliari e processato già sabato mattina per direttissima, al Tribunale di Forlì. E' stato quindi condannato a 8 mesi di reclusione, con la sospensione della pena data l'incensuratezza.

spaccio droga bar-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento