"Dpl modena : perché chiuderlo?"

Il Ministero del lavoro fa chiudere un sito utilizzato da lavoratori e consulenti del lavoro per "uniformare le informazioni". Necassario ripristinarlo o istituire servizio equivalente

Il 6 aprile per volontà del Ministero del Lavoro è stato chiuso il sito internet "www.dplmodena.it" .

La motivazione è quella di "….di garantire una rappresentazione uniforme delle informazioni istituzionali e con riferimento agli obblighi di trasparenza ed ai profili di comunicazione e pubblicazione delle informazioni di interesse collettivo anche per quanto attiene agli Uffici territoriali".

Nato nel 2001 , il sito veniva utilizzato da molti lavoratori, lavoratrici, consulenti del lavoro e forniva informazioni di varia natura, sia in tema di legislazione, che in tema di giurisprudenza, nonché spiegazioni, commenti utili per informarsi proprio in tema di diritto del lavoro. Era un sito gratuito e molto utile.

Perché è stato chiuso ? Questo sito dava proprie interpretazioni che i consulenti del lavoro seguivano. Ovviamente, quando questi ultimi si confrontavano con gli enti (INPS, INAIL, etc) facevano chiaramente riferimento a quanto avevano letto sul sito. Vero è che qualche volta anche questo interpretazioni potevano seguire una linea diversa dalla interpretazione nazionale; vero è che talvolta si esprimeva prima che ci fosse una interpretazione univoca a livello nazionale e questo poteva creare equivoci. Era però molto utile perché "qualcuno" dava indicazioni per interpretare le norme. Ora, in previsione della "campagna dei lavoratori del turismo nella prossima stagione estiva" questo riferimento non c'è più. Da considerare poi la riforma del lavoro allo studio del governo che certamente farà sorgere nuovi dubbi interpretativi e per la quale un servizio del genere sarebbe utilissimo nella fase iniziale.

E' auspicabile che il sito sia ripristinato; in alternativa è necessario che il Ministero del lavoro istituisca un servizio alternativo altrettanto utile e funzionale che oggi non c'è.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questo motivo amministrazione comunale e regionale devono, nel rispetto delle istituzioni, farsi portavoce di questa esigenza anche se non spetta a loro la decisione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento