Dopo Bassano anche Imola dice no a Young Signorino. Lui provocatorio: "Dov'è la libertà?"

Young Signorino, il controverso musicista cesenate che sta facendo discutere tutt'Italia, subisce un altro rifiuto, questa volta in Romagna

Young Signorino, il controverso musicista cesenate che sta facendo discutere tutt'Italia, subisce un altro rifiuto, questa volta in Romagna, dopo il “niet” giunto in queste ore da Bassano del Grappa, dove il trapper si sarebbe dovuto esibire all'Ama Musical Festival. A spiegare che la sua presenza era sgradita in un festival diretto ai giovani è stato il sindaco della città veneta. Ed ora Young Signorino, alias Paolo Caputo, riceve un nuovo stop ad Imola. Lo ha annunciato mercoledì pomeriggio lui stesso su Instagram: il concerto alla festa delle scuole alla Vie en Rose di Imola è stato annullato.

Scrive laconicamente Young Signorino: “Data di Imola annullata, causa rifiuto da parte del vescovo e assessore di Forza Italia. La libertà di espressione dov'è?”. In verità non si tratta di un assessore, ma di un esponente politico del partito azzurro, il giovane Nicholas Vacchi di 24 anni, che scriveva: “Non pretendiamo di fare la morale a nessuno, ma crediamo ci sia una linea di confine chiara e netta tra la provocazione di un artista e i messaggi distorti e aberranti che questi 'artisti' fanno passare". Nella sua una nota, Vacchi ha ripreso - per condannarli - ampi stralci dai testi delle canzoni dell'ex youtuber 19enne, ora in ascesa come cantante Trap e che doveva essere, secondo le previsioni, alla festa per studenti superiori, in programma giovedì a Imola.

Quest'attenzione, tanto più che si trattava per una serata rivolta esplicitamente ad adolescenti, ha consigliato l'organizzazione di annullare la presenza di Young Signorino. Vacchi plaude a questo epilogo: “Apprendiamo dal profilo instagram di Young Signorino che la sua serata di intrattenimenti all’high school party delle superiori di Imola è stata annullata a suo dire “per colpa” del Vescovo di Imola Mons. Tommaso Ghirelli e del sottoscritto Nicolas Vacchi, Candidato Capolista di Forza Italia Imola, identificato erroneamente dal sedicente artista come “assessore di Forza Italia Imola”. Ora, desumo che nell’immaginario del sedicente artista Young Signorino la differenza fra candidato consigliere e assessore in carica sia quasi impercettibile od inesistente, quindi prendo atto che il dibattito innescatosi sui social network a seguito della mia segnalazione, evidentemente ha avuto un seguito. La sensibilità delle famiglie – in tanti in questi giorni ci hanno ringraziato per la segnalazione – è stata tale da indurre a riconsiderare questa proposta di intrattenimento a nostro avviso non adatta agli adolescenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento