Cronaca

Donini: "La curva continua ad alleggerirsi ma i reparti Covid sono ancora sotto stress"

"L'alleggerimento della curva dei contagi ci fa maturare qualche speranza per le prossime settimane, ma nei reparti Covid abbiamo il 49% di saturazione"

Si è collegato in diretta Facebook dal Laboratorio Unico di Pievesestina l'assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini. L'assessore ha fatto il punto sull'evoluzione della pandemia in Emilia Romagna. Presente anche il professor Vittorio Sambri, direttore dell’Unità Operativa Microbiologia dell'Ausl Romagna.

Crollano i positivi nel Cesenate

"Abbiamo tanti guariti che si riferiscono anche ai giorni precedenti, come del resto i decessi che sono 66 in regione. Siamo calati di circa un migliaio di positivi attivi, sono circa 67mila e la gran parte si stanno curando a casa.  2673 sono i ricoverati, 250 pazienti sono ricoverati in terapia intensiva (-8). La curva continua ad abbassarsi (l'indice è a 1,07) - ha sottolineato Donini - l'allegerimento ci fa maturare qualche speranza per le prossime settimane. Nei reparti Covid però abbiamo il 49% di saturazione, il dato indice del ministero è fissato al 40%, per la Terapia intensiva siamo al 33% laddove l'indice è al 30%, quindi dobbiamo tenere sotto controllo la situazione. Voglio sottolineare che la sanità sta continuando a curare tutte le altre patologie oltre al Covid. In questa giornata il rapporto tra tamponi e positivi è del 10%".

"La capacità diagnostica dei laboratori - è stato rimarcato dal dottor Sambri - doveva arrivare a 15mila tamponi al giorno alla fine ottobre e ci siamo arrivato con qualche settimana di anticipo, ora siamo a oltre 20mila tamponi al giorno. Ci sta qualche giorno di ritardo di fronte a numeri così imponenti, il ritardo è fatto sempre sulla base di una linea di priorità, questo è importante. Il tampone rapido ci permette di identificare i pazienti che hanno una carica virale nelle vie respiratorie. La conferma del tampone rapido come positività si attesta al 97%, i falsi positivi sono davvero molto rari".

"Già sappiamo che nei prossimi giorni torneremo in zona gialla - ha specificato Donini - ma per questa settimana restiamo in zona arancione". "Come sistema sanitario stiamo facendo di tutto - ha concluso il dottor Sambri - ma dipende da quello fa ciascuno di noi, i comportamenti individuali ormai noti sono quelli che ci faranno uscire da questa situazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donini: "La curva continua ad alleggerirsi ma i reparti Covid sono ancora sotto stress"

CesenaToday è in caricamento