Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Donini: "L'Emilia-Romagna non rifiuta il mix di vaccini, ma aspettiamo il governo"

In Emilia-Romagna "non ho notizia di rifiuti" del mix vaccinale. Lo dice l'assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini

In Emilia-Romagna "non ho notizia di rifiuti" del mix vaccinale. Lo dice l'assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini, ricordando che al momento non sono tanti coloro che fanno fatto la prima dose con Astrazeneca e sono già stati chiamati per la seconda dose con Pfizer o Moderna, su una platea complessiva di 40.000 under 60 che si trovano ora costretti all'eterologa dal cambio normativo deciso dal Governo su impulso del Cts. Perchè su un punto Donini è netto: in Emilia-Romagna non esiste discrezionalità sulla seconda dose che si può fare.

"Noi non somministriamo Astrazeneca alla popolazione sotto i 60 anni. Non riteniamo ci sia discrezionalità da parte delle Regioni su questo. Il Lazio? ha posto un tema non banale all'interlocutore giusto, vedremo la risposta del Governo". Il Lazio chiede libertà di scelta per chi vuole fare anche la seconda dose di Astrazeneca e ha chiesto chiarimenti all'esecutivo. In regione, assicura ancora Donini durante la conferenza stampa tenuta oggi sulla campagna vaccinale, "particolari problemi non li abbiamo avuti" su questo, "ma si è dovuto in parte indirizzare e tranquillizzare circa 40.000 persone già vaccinate con Astrazeneca e sotto i 60 anni, dire loro che non c'è nessun problema a fare il cambio di vaccino". Poi, sì, logisticamente spostare le dosi necessarie è un "tema immenso", ammette l'assessore. E comunque nelle prossime settimane potrebbe persi il tema delle dosi Astrazeneca 'avanzate'.

 "Astrazeneca e Johnson&Johnson sono raccomandati per gli over 60, una categoria che non è tutta vaccinata e quindi un margine di impiego ulteriore c'è. Quando arriveremo al punto che avremo più vaccini che popolazione da vaccinare allora la questione si porrà. Il problema in prospettiva c'è, ma per ora non siamo in quella situazione lì". Finora in Emilia-Romagna, in base ai dati forniti da viale Aldo Moro, ci sono state circa 82.000 vaccinazioni monodose con Johnson&Johnson, mentre molti di più sono i vaccinati con Astrazeneca. In tutto col vaccino anglo-svedese sono stati eseguiti 120.000 cicli completi, mentre le dosi complessive inoculate sono 573.000. (Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donini: "L'Emilia-Romagna non rifiuta il mix di vaccini, ma aspettiamo il governo"

CesenaToday è in caricamento