Divieto di balneazione, Hera: "Depuratore non c'entra, non ha scolmato"

L'azienda precisa che il depuratore di Cesenatico è estraneo al divieto temporaneo imposto nella zona Tagliata sud

La situazione del divieto temporaneo di balneazione nella zona Tagliata sud, a Cesenatico, va verso la risoluzione, come ha assicurato Arpae, con il rientro nei parametri previsti dalla legge, per la qualità dell'acqua.

Hera nel frattempo tiene a precisare in una nota che "il depuratore di Cesenatico è completamente estraneo al divieto di balneazione verificatosi davanti al canaletto di Tagliata. L’impianto di depurazione di Hera ha trattato tutto il refluo ricevuto e non ha mai scolmato. Ha funzionato regolarmente e i parametri allo scarico risultano perfettamente conformi".

Sottolinea l'azienda come "nella giornata di domenica 28 luglio, caratterizzata da intense precipitazioni, l’impianto ha trattato circa 23.000 mc, contro i circa 15.000 mc trattati nelle giornate feriali non piovose".

"Gli stessi valori rilevati da Arpae - conclude la nota - che dopo tre giorni di pioggia attestano uno sforamento minimo solamente sul parametro Escherichia coli,  dimostrano ulteriormente quanto affermato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • La colpisce con lo specchietto mentre cammina sul ciglio della via Emilia: anziana ferita

  • Scirocco e alta marea a Cesenatico, gli stabilimenti spariscono. "Acqua in strada a Valverde"

Torna su
CesenaToday è in caricamento